Borriello c'è, Bojan quasi. Si punta anche su Viviano

di Redazione, @forzaroma

(repubblica.it – M. Pinci)Bojan e non solo. Perché, in attesa di ratificare l’ingaggio del centravanti spagnolo, con cui Sabatini ieri ha per sua stessa ammissione “raggiunto un accordo” con il Barcellona

(resta da discutere sui tempi per il contro riscatto blaugrana), il ds romanista è già tornato al lavoro. Intanto, a breve arriverà l’annuncio ufficiale del riscatto di Borriello.

RISCATTATO BORRIELLO, ATTESA BOJAN – Le prime mosse della nuova Roma arrivano in tempi ravvicinati. Oggi, la società ha comunicato al Milan di aver esercitato il riscatto del cartellino di Borriello: 10 milioni in tre anni ai rossoneri, che avranno subito 3,4 milioni, più altri 3,3 nelle prossime due stagioni. Su di lui, però, resta più che vigile l’occhio del Psg di Leonardo, che non ha ancora abbandonato la pista, in attesa che la Roma decida se puntare ancora su di lui. O meno. Intanto, però, Il Barcellona prova a tenere ancora aperta la trattativa per Bojan. Lo fa per bocca del segretario e portavoce della giunta direttiva del Barcellona, Toni Freixa: “È difficile che la Roma possa dare per fatto qualcosa che è ancora in una fase di studio”, la doccia gelata. Poi rettificata: “Chiaro che quando c’è un’offerta e il club la considera è perché c’è la possibilità che l’operazione sia fattibile”. Ancora poco chiara, effettivamente, la formula d’acquisizione: su questo, i club dovranno ancora definire i dettagli, magari in un incontro all’inizio della prossima settimana. Forse già lunedì, dopo la fine dell’Europeo under 21, i due club potrebbero sedersi intorno a un tavolo. E, magari, annunciare il trasferimento del bomber.

INCONTRO PER JONES – Un (altro) americano a Roma? Difficile, se non impossibile. Oggi Sabatini ha incontrato Adam Davis, rappresentante della Rogon Sports che gestisce gli interessi di Jermain Jones, mediano statunitense di 29 anni. Lungo colloquio a Trigoria, insieme anche a un intermediario italiano, per valutare un affare che porterebbe a Roma un elemento comunitario, con esperienza nel calcio europeo (è cresciuto in Germania dove ha giocato con Francoforte, Schalke, prima di passare gli ultimi 6 mesi in Inghilterra nel Blackburn) e a costi contenuti: nei mesi scorsi ha rinnovato il contratto in scadenza con lo Schalke fino al 2014, ma i tedeschi devono cedere giocatori in esubero e lo libererebbero per un paio di milioni. Jones invece chiede un triennale, a cifre che rientrano abbondantemente nei parametri della Roma. Ma nonostante i vantaggi anche dal punto di vista del marketing (DiBenedetto sarebbe felicissimo di presentarsi con un giocatore americano, volano ideale per far conoscere ancora di più in casa propria il “gioiello” Roma), l’affare Jones non sembra interessare. Almeno in questo momento. Se poi l’indicazione di puntare su di lui dovesse arrivare dall’alto, nessuno si sognerebbe di contraddirla.

“LA ROMA VUOLE VIVIANO” – Ma il mercato della Roma passa anche da Milano. In serata Sabatini lascerà nuovamente la capitale, per tornare nella città del mercato. Domani e venerdì si lavorerà soprattutto per risolvere le comproprietà: appuntamento con Sensibile, ds della Samp e grande amico del dirigente romanista, per le situazioni Guberti e Curci. L’esterno potrebbe restare a Genova, anche se ai doriani non dispiacerebbe monetizzare. Il portiere, invece, tornerà a Roma, magari per entrare in un giro più ampio, che la prossima settimana potrebbe portare Viviano nella capitale. Il portiere è a metà tra Bologna e Inter: “Sappiamo che la Roma è interessata a Viviano e lui andrebbe di corsa a giocare lì”, giura Maurizio Setti, vicepresidente del Bologna. Che, entro venerdì, proverà a risolvere la compartecipazione con i nerazzurri, con cui è allo studio un discorso più ampio di scambi.

FASCIA DESTRA, IDEA SANTON – Ma tra le comproprietà che la Roma dovrà discutere, oltre a 7 giovani (Brosco, Della Penna, Citro, Massimo, Malomo, Sciarra, Scicchitano), anche Rosi. Situazione delicata, per cui non è escluso di ritrovarsi alle buste con il Siena. La novità per la fascia destra continua a interessare Davide Santon: la prossima settimana, quando Sabatini incontrerà Vigorelli per parlare di Viviano, chiederà nuovamente informazioni anche sul laterale destro dell’Inter. Un giocatore utile, soprattutto dopo il “no” del Barça per Montoya. Santon, classe ’91, un futuro radioso alle spalle, potrebbe essere la scommessa da affidare a Luis Enrique. Riuscisse nell’intento di rilanciarlo, la Roma si troverebbe un capitale tra le mani. A costo più che ridotto.

GIOVANILI, RESTA STRAMACCIONI – Novità anche dal settore giovanile: Stramaccioni, tecnico degli Allievi nazionali, sembra essersi convinto (anche per la permanenza di Conti) a restare alla Roma, rispettando il contratto in scadenza tra un anno. Un altro tecnico – magari meno prestigioso di Bielsa o Capello – che in queste ore avrebbe detto “no” alle proposte dell’Inter, pronta ad affidargli la Primavera nerazzurra. Dopo la conferma di Alberto De Rossi alla guida della Primavera, si tratterebbe di un nuovo passo avanti per le squadre giovanili che, dalla prossima stagione, saranno controllate direttamente da Walter Sabatini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy