‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Con Kolarov la faccenda si fa interessante”. LENGUA: “Di Francesco crede in Gerson”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Con Kolarov la faccenda si fa interessante”. LENGUA: “Di Francesco crede in Gerson”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Defrel è un gran bel giocatore, lo seguivo fin dai tempi del Cesena e sono molto curioso di vederlo in una squadra importante, ha tutte le carte per essere un campione. Ho visto per la prima volta Gerson muoversi senza insicurezze e secondo me dovrebbe riuscire a sbloccarsi e a giocare in modo più naturale, perché le potenzialità le ha. Sadiq ha avuto un buonissimo impatto nelle partite, ha fiuto e lo sta dimostrando: un giocatore da non sottovalutare. Gli altri grandi nomi erano molto arrugginiti ma è normale, non sono giudicabili al momento. Se è vero che arriva Kolarov comincia a diventare una faccenda interessante. Il serbo ha una grande scienza calcistica, gioca a testa alta, ha fatto molti anni al City e ha accumulato grande esperienza internazionale, potrebbe essere un ottimo acquisto. Moreno a sinistra lascia il tempo che trova. Di Francesco vuole competitività dei giocatori in ogni ruolo: mi domando se questa sia una cosa che può far crescere il gruppo o se invece può essere dannosa per la squadra”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Migliori in campo ieri nel primo tempo Manolas e Pellegrini. Ingenuità da parte di Moreno sull’azione del gol del Psg. Le priorità della Roma sul mercato ora sono il terzino sinistro e l’erede di Salah. Secondo me Pellegrini troverà tantissimo spazio in questa Roma e ho la sensazione che Di Francesco voglia lavorare molto su Gerson, ci crede. Il ragazzo, però, deve essere più concentrato in allenamento”.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “Kolarov in questi ultimi anni ha avuto un grande calo di rendimento, non mi convince. Ha perso spinta e anche in passato non mi entusiasmava. E’ stato provato anche da centrale ed ha fatto più danni della grandine. E’ una valida alternativa, ma Emerson è di un’altra categoria”.

Andrea Pugliese (Teleradiostereo 92.7): “La Roma ha un accordo con Kolarov e sta per trovare un accordo anche col City. È un ottimo acquisto con l’esperienza giusta sia in questo campionato che nel panorama internazionale. Il giocatore è andato via dalla Lazio sette anni fa, ormai è un lontano ricordo e guardando le sue qualità sarebbe un grande affare. Portare a casa un risultato importante contro una squadra importante che ha una preparazione fisica più avanzata, senza aver visto ancora il gioco di Di Francesco, mi fa ben sperare per il futuro. Se non si ufficializza l’acquisto di Nainggolan a Boston allora c’è da preoccuparsi, ma penso sia tutto sotto controllo”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “A sinistra io prenderei Kolarov, così da dare tempo a Emerson di rientrare. Anche con Barreca arriverebbe un bel colpo, però poi i due giovani si ostacolano. Con Di Francesco vedremo un altro tipo di calcio rispetto a Spalletti, più che il possesso palla lui predilige il ritmo e il gioco sulle fasce con la verticalizzazione. Ci vorrà del tempo, perché per i giocatori non c’è continuità rispetto all’anno scorso”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Kolarov sarebbe un ottimo acquisto. E’ un bel terzino di fascia, ha esperienza e in fase offensiva è molto bravo. Nell’immediato andrebbe benissimo, con Barreca ti garantisci anche i prossimi anni. La Roma di Spalletti era fortissima nelle ripartenze, quella di Di Francesco sarà una squadra più corta. Lui dovrà risolvere la collocazione in campo di Nainggolan, e non sarà facile, che deve riadattarsi”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “A me l’operazione Kolarov spaventa un po’. Non è bravissimo a difendere e poi temo che arrivi qui con la lingua di fuori. Meglio Barreca. Troppo presto per giudicare oggi il lavoro di Di Francesco. Nainggolan cambierà tatticamente, ma sarà sempre protagonista. L’aspetto che preoccupa molto della Roma è la difesa, che va rinforzata sia sugli esterni che al centro”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Per il gioco di Di Francesco devono essere forti gli esterni, sia quello basso che quello alto. Per quello che lui vuole Berardi. “Quello che farà l’Inter sul mercato interessa molto la Roma, perché meno fa e più i giallorossi possono arrivare almeno quarti”.

Federico Nisii (Teleradiostereo 92.7): “La Roma è riuscita a competere con una squadra che sta per iniziare la stagione ufficialmente, anche Di Francesco ha accolto positivamente il risultato e la prestazione fatta. È importante che non ci siano stati infortuni, perché in questo periodo è una notizia. Ancora non ho digerito il trasferimento di Ruediger, ma ci sono nuovi innesti che sono curioso di vedere. A fine luglio la squadra è quasi definitiva, se la Roma dovesse poi riuscire a prendere Mahrez e Kolarov sarebbe un segnale insolito e positivo. In attesa dell’arrivo di Emerson si possono fare due tipi di scelte: o prendere un giocatore di qualità ed esperienza internazionale come Kolarov in attesa del rientro del brasiliano oppure un giocatore come Barreca che è giovane e ha margini di miglioramento, ma in questo caso ci sarebbe una forte competizione che potrebbe non essere positiva per l’ambiente”.

Piero Torri (Teleradiostereo 92.7): “Non ho visto la partita, ma la Roma ha raccolto un buon risultato con una delle più grandi squadre d’Europa anche se mancavano moltissimi titolari. La squadra vera la vedremo più avanti, intanto quello che mi piace sottolineare è che questa società ha preso sei giocatori nuovi ed è intenzionata a portare a Trigoria altri due o tre elementi: questo è il segnale che la Roma vuole migliorarsi e mantenersi competitiva ad alti livelli. Kolarov o Barreca? L’acquisto del serbo potrebbe non escludere quello di Mahrez, per questo preferirei puntare sull’esperienza di un giocatore che conosce bene anche questo campionato. Bisogna superare la concezione di non voler prendere giocatori che sono stati alla Lazio e guardare cosa succede a Milano”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): “Se la Roma prende Kolarov e Mahrez diventa una squadra più forte dell’anno scorso. Di Francesco è intelligente ed equilibrato, a centrocampo partirà con De Rossi-Strootman-Nainggolan, mentre Pellegrini lo inserirà pian piano. Se Mochi non riuscirà a prendere Mahrez è difficile trovare un valido sostituto di Salah”.

Salvatore D’Arminio (Centro Suono Sport – 101,5): “Ho visto la partita: meglio il secondo tempo del primo. Male Moreno anche se a sinistra non è il suo vero ruolo. Al posto di Salah ci vuole Mahrez o Lucas, altrimenti non rinforzi la squadra. Mi è piaciuto molto Di Francesco nell’analisi della partita. Secondo me la squadra ha già imparato a capire le volontà del tecnico”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Marquinhos mi è sempre piaciuto come calciatore, anzi, posso dire che mi ci ero affezionato. Ieri la Roma si è comportata bene ma più di tanto non poteva fare dato che negli States ha fatto solo tre giorni d’allenamento. Sadiq in allenamento stenta un pochino, ma nelle gare lascia sempre il segno: dovrebbe andare in una squadra dove poter giocare con continuità. Credo che Kolarov firmerà un contratto biennale con opzione per il terzo“.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo 92.7): “Ieri sera contro il PSG, la Roma è stata disciplinata tatticamente e ordinata tra i reparti, meno tecnicamente. C’è tanto da lavorare ma sono soddisfatto. Pellegrini si è mosso molto bene, ma parte avvantaggiato perché già conosce gli schemi di Di Francesco. Kolarov? E’ un ex Lazio ma dobbiamo crescere da questo punto di vista”. 

Riccardo “Galopeira” Angelini (Teleradiostereo 92.7): “Ieri sera ho trovato Dzeko molto in forma. Iturbe? Mai nessun calciatore ha goduto di così tanta pazienza da parte dei tifosi giallorossi. Il suo è un fallimento e mi dispiace molto. Non sono convinto da Kolarov soprattutto perché ha giocato nella Lazio e ci ha fatto gol in un derby. Non lo fischierei mai ma se dovesse segnare neanche mi alzerei per esultare”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104.5): “Dobbiamo dare dei meriti alla Roma. Ha preso molti giocatori, che possono piacere o meno, ma sta completando la rosa. Si sta muovendo bene”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino 104.5): “Defrel non mi dispiace, ma per il prezzo pagato mi viene difficile immaginarlo come riserva. Se così fosse, tanto meglio per la Roma. Kolarov non mi fa impazzire, ma tanto il titolare sarà Emerson appena recupererà. Mahrez? Se non vedo non credo… Moreno non mi convince molto e ieri ho avuto delle certezze”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104.5): “Emerson prima che tornerà a giocare bene, passerà moltissimo tempo. Il suo infortunio è molto serio. Iturbe? Se uno è scarso non ci possiamo fare nulla, neanche Di Francesco può fare qualcosa”.

Augusto Ciardi (Teleradiostereo 92.7): Le amichevoli sono poco commentabili, servono solo agli allenatori per capire come procede il lavoro di preparazione. Io dico basta a Iturbe, sono tre anni che non gioca a pallone. Non lo recupero e non ci voglio più pensare. Al posto suo sarei tornato una settimana prima a lavorare, ed invece si è fatto le vacanze fino all’ultimo. Non lo voglio più vedere“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy