‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “Il Real su Zaniolo? Mi terrorizza. La Roma deve cambiare strategia”

‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “Il Real su Zaniolo? Mi terrorizza. La Roma deve cambiare strategia”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Piero Torri (Teleradiostereo – 92,7): “Chiedo alla Roma da tifoso di provare a immaginare una strategia di mercato diversa da quella fatta finora. Sapere che il Real Madrid possa offrire 60 milioni per Zaniolo mi terrorizza”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Nel 4-4-2 Zaniolo potrebbe fare la seconda punta, ma Ranieri ha giustamente optato per il doppio attaccante. Petrachi è un ds d’esperienza, che a differenza di Monchi e Sabatini punta più su giocatori fatti”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ranieri è intelligente e per questo sceglie un modulo scolastico come il 4-4-2. Non vorrei che Zaniolo facesse la fine di Florenzi, diventando un tappabuchi. Non vanno snaturate le sue caratteristiche, lui non è un esterno”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Oggi la Roma avrà più tranquillità rispetto all’Empoli e giocherà meglio. Ranieri gioca con quattro difensori bloccati, per questo non so se abbia molto senso per lui Karsdorp. Se Ranieri scegliesse il 4-3-1-2 Zaniolo potrebbe fare il trequartista ma ci rimetterebbero gli esterni”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La formazione anti-Spal è fatta da giovedì. L’unico piccolo dubbio è il ballottaggio Santon-Karsdorp. Ranieri vuole sfruttare al massimo le potenzialità offensive della Roma, per questo Zaniolo viene sacrificato un po’ e viene schierato sull’esterno. Il prossimo ds sarà italiano, ma non sarà Sabatini. Petrachi può essere l’uomo giusto”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “L’idea che si possa sempre vincere non giovando bene è diventata una certezza in Italia, invece io dico che la Roma deve cercare di giocare anche bene per vincere. I momento è decisivo, a partire da oggi. Io ho sempre creduto che Dzeko e Schick possano coesistere. Su Zaniolo io sono dell’avviso che ha l’età per costruirsi un’identità anche sul ruolo e prima o poi lo farà”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Mancini Vede Zaniolo mezzala, e invece sia Di Francesco che Ranieri lo impiegano esterno. Non vorrei che questo ragazzo ci rimettesse giocando in un ruolo non suo. Di Francesco ha sacrificato troppo Schick, mentre è necessario farlo giocare accanto a Dzeko. Ranieri fa bene a insistere su questa coppia. Il ceco ora deve dimostrare di più soprattutto dal punto di vista caratteriale. Zaniolo lo doserei un po’ di più, con qualche partita in panchina. Ora gli avversari lo conoscono e riescono meglio a bloccarlo. Ma la Roma ha bisogno di lui.  E a giugno non si deve vendere. Il mio pronostico per Spal-Roma? X”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy