‘RADIO PENSIERI’, MELLI: “Mahrez più forte di Salah, ma ad oggi la Roma rischia anche il quarto posto”

‘RADIO PENSIERI’, MELLI: “Mahrez più forte di Salah, ma ad oggi la Roma rischia anche il quarto posto”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Più che Di Francesco per la Roma sarà fondamentale la qualità dei giocatori acquistati. Mahrez al posto di Salah cambierebbe meno. Però, anche così, la Roma sarebbe peggio dell’anno scorso, soprattutto in difesa dove hanno perso Szczesny e Ruediger”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Se la Roma prende Defrel, Mahrez e Kolarov, la formazione è come l’anno scorso o un po’ più forte, perché le partenze comunque sono pesanti. Mahrez è più forte di Salah. Ad oggi la Roma rischia anche il terzo posto e ha seri problemi anche per il quarto posto, dipendendo dall’Inter”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma quest’anno è migliorata molto nelle alternative, ammettendo che vengano chiuse le trattative in corso. Di Francesco ha dei ricambi che Spalletti non aveva, ha chiesto due giocatori in ogni ruolo e Monchi lo sta accontentando. La Roma non sarà certo favorita per lo scudetto”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “C’è da completare la rosa della Roma e bisogna vedere chi vai a prendere. In difesa c’è il rischio di cambiare cinque su cinque, e chi fa questo difficilmente va a vincere lo scudetto. La Roma, secondo me, non è interessata a vincere ma a competere per entrare nelle prime quattro. E la colpa, poi, non deve essere data a Di Francesco, questo va detto alla gente. Il Napoli, ad oggi, è la favorita dietro la Juve e secondo me, se passa i preliminari, De Laurentiis fa un grande colpo di mercato. Cuadrado? Lo andrei a prendere, ma senza vendere Manolas che è il più forte difensore che ho in rosa”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mi arriva la notizia di un possibile scambio con la Juventus Manolas per Cuadrado. Staremo a vedere…”

Gianluca Piacentini (Teleradiostereo 92.7): “Defrel? Bucchi lo dà già per ceduto, gli allenatori lo sanno prima degli altri. È un obiettivo che la Roma insegue da tanto, se il club è disposto a metterci un po’ più di soldi per averlo in rosa e metterlo a disposizione di Di Francesco, siamo tutti contenti. L’obiettivo della Roma è quello di fargli raggiungere la squadra direttamente negli Stati Uniti. Quando si andrà a Boston saranno giorni importanti, anche per il rinnovo di Nainggolan. Mahrez? Siamo andati oltre i contatti, ci sono state offerte vere. La Roma conferma quella da 23 milioni di euro, mentre il Leicester è partito ben più alto. Se si arriva fino a 30 milioni, questa è una trattativa che si può concludere positivamente”.

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Leggo di un grande ottimismo su Mahrez, ma non basta per essere competitivi. Gli altri stanno crescendo tanto, soprattutto il Milan. Mi aspetto altri colpi dalla Roma”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “E’ una Roma senza emozioni dal punto di vista del mercato. Se arriva Mehrez la situazione si controbilancia, altrimenti la campagna acquisti è insoddisfacente. Leggo di Defrel, ma si spenderebbe troppo per un panchinaro”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Se diamo per scontato Defrel, la Roma sta facendo il mercato che immaginavamo. Ora va aggiustata la situazione di Manolas. Manca l’acquisto da sballo, che credo che questa dirigenza non possa permettersi. Mahrez sarebbe un valido sostituto di Salah. Manca un terzino sinistro, e mi dispiace molto per Luca Pellegrini perché il ragazzo è bravo e poteva bruciare le tappe”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma deve fare il grande colpo, e questo non è Defrel. Chi potrebbe esserlo? Sia Mahrez che Kolarov”.

Federico Nisii (Teleradiostereo 92.7): “Nelle ultime ore il nome di Mahrez è diventato quasi virale. Se prima era soltanto una suggestione, adesso credo non si tratti solo di questo. Credo che la difficoltà dell’operazione non sia nel convincere il calciatore, ma il fatto che si trovi in un club inglese molto ricco. Sono possibilista, non ottimista. Va convinto un club che non ha necessità stretta di venderlo, ma forse lo cederebbero più volentieri ad una squadra all’estero. La Roma deve tentare un difficile e non brevissimo lavoro di limatura. Se avessero davvero offerto 35, l’avremmo già portato a casa. Credo che la Roma possa spingersi fino a 30, bonus compresi. Per me è un giocatore che vale la pena aspettare fino ad agosto. La Roma è costretta a prendere Mahrez o un simil-Mahrez, credo l’intenzione sia quella”.

Piero Torri (Teleradiostereo 92.7): “Mahrez? Mi convince fino a un certo punto. Ha fatto una stagione straordinaria col Leicester, ma se devo spendere 30-35 milioni non prendo un prospetto… Io prenderei più Suso di lui. A queste cifre ho qualche dubbio per Mahrez, poi ovviamente se la Roma lo prende spero mi smentisca”.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo 92.7): “Non so se arriverà Mahrez. Comunque non è importante tanto il nome che arriverà, quanto come sarà inserito nel contesto. Serve un esterno che ama andare verso il centro del campo, caratteristica che Di Francesco vuole nei suoi esterni. Kolarov sarebbe un ottimo acquisto, con esperienza Champions e può fare da chioccia a Emerson”

Augusto Ciardi (Teleradiostereo – 92.7) : “Le parole di Ruedier non mi sono piaciute. Si sarebbe dovuto ricordare di quando la Roma lo andò a prendere in Germania nel momento che tutti s’interrogavano sui suoi problemi fisici. L’acquisto di Under al momento non è giudicabile. Dobbiamo vederlo dal vivo. Partirà dalla panchina, poi magari riuscirà anche a conquistare il posto”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): “Io che sono sempre stato un po’ critico con Pallotta e Monchi per le promesse che facevano, poco seguite dai fatti, dico che se la Roma prende Defrel, Mahrez e Kolarov ha fatto un ottimo mercato. Formazione forte con tante e buone alternative. Se partisse Manolas il giudizio cambierebbe”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma sta spendendo molto e secondo me deve ancora vendere. Mi dicono che Manolas sia l’indiziato. Staremo a vedere: certo Mahrez e Kolarov sarebbero due bei colpi. L’algerino è un fenomeno, la Roma con lui tornerebbe a livelli alti”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Kolarov non è più un bambino, ma garantirebbe tanta esperienza internazionale che è quella che necessita la Roma. Questo mercato sta facendo spendere tanti soldi, perché anche Under non è costato poco. Speriamo che non deluda le aspettative che ci sono su di lui. Con Mahrez la Roma prende un bel giocatore, che però costa tanto”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104.5): “Non ci credo all’acquisto di Mahrez, gli inglesi chiedono 35 milioni. Lo stesso Kolarov non credo sia in dirittura d’arrivo. Se la Roma prende Mahrez fa un grande salto di categoria. Non capisco come sia possibile una valutazione così alta per Defrel, ma se lo prendi è molto utile, anche se va un po’ a intermittenza. Non può essere però solo lui”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104.5): “La Roma deve pensare prima alla difesa. Poi si penserà all’attacco. A sinistra ne servono due, a destra un altro. Se si vende Manolas si torna indietro. Mahrez è un fenomeno”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy