Tudor ritrova Totti. E stavolta può davvero vendicarsi

Tudor ritrova Totti. E stavolta può davvero vendicarsi

Nel 2004 in campo in Roma-Juve 4-0. Oggi il croato ha la media punti più alta nella storia dei friulani

di Redazione, @forzaroma

Francesco Totti ritroverà Igor Tudor proprio dopo quel 4-0 di quindici anni fa. O forse è più giusto dire il contrario e cioè che è Tudor che ritroverà Totti, l’uomo che sul 4-0 – vedendolo protestare– lo sbeffeggiò con il dito dritto sul naso e quel gesto a dire: «Zitto, quattro gol e a casa».

Come riporta Pugliese de La Gazzetta dello Sport, dopo quel 8 febbraio del 2004 Totti e Tudor si sono ritrovati da avversari altre due volte, quando Tudor è passato al Siena. Nel 2005 ha vinto l’ex difensore croato all’Olimpico, nel 2006 ha vinto invece Totti a Siena. Sabato sarà la terza volta, la prima in giacca e cravatta per entrambi. «Ma quelle furono cose di campo di quasi venti anni fa – ha detto Tudor in un’intervista alla Gazzetta del maggio scorso – Se mi capiterà di giocare contro la Roma gli darò un bacio. Totti è uno dei più forti di sempre». Si riabbracceranno, dunque, viene da pensare che andrà proprio così.

Sabato hanno bisogno di vincere entrambe. La Roma per riuscirci deve ancora capire che difesa potrà schierare. Molto dipenderà da Alessandro Florenzi, il terzino destro ieri ha svolto lavoro individuale, oggi dovrebbe fare una parte con il gruppo. Lo si monitorerà fino a sabato mattina, quando verranno sciolte le riserve. In entrambi i casi, sembra che Ranieri sia comunque deciso a confermare la difesa a quattro, con Fazio e Manolas al centro e Juan Jesus a sinistra e Florenzi a destra. Se Florenzi, poi, non dovesse farcela, allora Jesus scivolerebbe a destra, con l’inserimento di Marcano dall’altra parte.

Battere Tudor non sarà però facile, se è vero che il croato in sette gare da allenatore in Serie A ha conquistato 14 punti (4 vittorie, due pareggi e una sola sconfitta), con la media migliore per un tecnico dell’Udinese nella massima serie. Per sostituire lo squalificato Zeegelaar possibile che De Maio vada sul centrosinistra, con Samir a fare l’esterno di centrocampo. Infine il ricordo di Daniele Pradè, d.s. dell’Udinese ed ex giallorosso: «Roma è casa mia, tornare all’Olimpico sarà speciale. Ma veniamo per vincere la partita».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy