Roma, rivoluzione in difesa: ciao Olsen, ecco Cragno

Roma, rivoluzione in difesa: ciao Olsen, ecco Cragno

Tutti i centrali di retroguardia sono in bilico. Piacciono Mancini e Koundé; sulla fascia rientrerà dal prestito Luca Pellegrini

di Redazione, @forzaroma

Vero che alla Roma va di moda la rivoluzione permanente, ma se c’è un reparto che nella prossima stagione sembra destinato ad avere un profondo “restyling” è proprio la difesa. Con tutta probabilità si comincerà dal portiere Olsen, che dopo una stagione a luci e ombre, adesso è stato accantonato in favore del vice Mirante. Olsen sembra avere ancora un buon mercato in Premier League e quindi la destinazione sembra essere abbastanza certa, mentre per il prossimo campionato il primo obiettivo è Cragno del Cagliari, anche se non dispiace il camerunense André Onana dell’Ajax.  Un altro che sembra destinato all’addio sembra essere Manolas, che ha una clausola di rescissione di 36 milioni, anche se una piccola percentuale sembra essere appannaggio degli agenti che lo assistono. Il primo candidato per prenderne il posto è Mancini dell’Atalanta, con cui Monchi peraltro aveva già intavolato delle trattative, col club nerazzurro pronto a chiedere circa 25 milioni per un centrale già nel giro della Nazionale maggiore. Un altro destinato ai saluti sembra anche Marcano. Il nuovo infortunio di Karsdorp apre il fronte relativo ai nuovi terzini. L’olandese, oltre ad essersi fermato spesso, non ha convinto proprio in fase difensiva, la stessa in cui lo stesso Florenzi non dà il suo meglio. Se Santon è un jolly che può tornare utile, c’è da dire che è pronto per tornare dal prestito Luca Pellegrini, che al Cagliari sta facendo bene e accumulando esperienza per affinare le sue indubbie qualità. Intanto dalla Francia giunge la notizia dell’interesse per il difensore, Jules Koundé, 20 anni, in forza al Bordeaux. La concorrenza è tanta (anche Inter e Milan) così come il prezzo non è banale (25 milioni), ma tutto è ancora aperto, anche se le decisioni dovranno prenderle il nuovo direttore sportivo e il nuovo allenatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy