Ora è ufficiale: trasferta vietata. C’è il decreto del Prefetto di Udine

Ora è ufficiale: trasferta vietata. C’è il decreto del Prefetto di Udine

Il divieto vale per tutti i residenti nella regione Lazio perché, secondo la prefettura del capoluogo friulana, “la tifoseria della Capitale ha già dato prova in precedenti trasferte di atti di intemperanza e di violenza”

La scelta era già stata fatta. Ieri è arrivata solo la definitiva ufficialità, con il decreto firmato da Vittorio Zappalorto, prefetto di Udine. Adesso la trasferta dei tifosi della Roma sabato alla Dacia Arena è davvero vietata, ricorda l’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport“. Il divieto vale per tutti i residenti all’interno della regione Lazio e non è circoscritto solo a quelli della città di Roma. Zappalorto ha motivato il suo dispositivo ricordando come “la tifoseria della Capitale abbia già dato prova in precedenti trasferte di atti di intemperanza e di violenza sia dentro che all’esterno degli impianti sportivi“. In particolare il prefetto di Udine ha elencato tutta una serie di fatti, partendo dagli scontri di domenica 4 febbraio a Verona, ma sottolineando anche gli incidenti di Londra con i tifosi del Chelsea e i furti perpetrati ai danni di alcuni autogrill in occasione delle trasferte della Roma in casa di Atalanta, Milan e Torino. Adesso si aprirà la questione rimborsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy