Mani di Vietto: era rigore su Perotti! E su Kolarov no

Mani di Vietto: era rigore su Perotti! E su Kolarov no

L’argentino dell’Atletico si oppone al cross del romanista allargando il braccio sulla riga dell’area di rigore

Una sola svista, ma decisiva della squadra arbitrale serba all’OlimpicoManca infatti un rigore alla Roma: al 22’ del primo tempo Perotti crossa dalla sinistra a giro, Vietto si oppone allargando il braccio proprio sulla riga dell’area, ma l’arbitro Mazic non fischia. Il penalty ci stava, perché al di là della volontarietà, l’intervento dell’attaccante argentino dell’Atletico è imprudente. Non c’è invece fallo di Juanfran su Perotti al 32’ della ripresa: l’ex Genoa si allunga il pallone entrando in area e va a terra quando capisce di non poterlo più recuperare, senza il tocco dell’avversario che lo insegue, come riportato da Guidi su La Gazzetta dello Sport.

Al 40’ è invece Kolarov a crollare dopo un contrasto sempre con Juanfran: anche in questo caso, fa bene Mazic a non fischiare, perché è il serbo a cercare il contatto con il terzino spagnolo sbattendogli addosso e non viceversa. Mazic è morbido nel distribuire cartellini: nel primo tempo risparmiato Felipe Luis, nel secondo Partey. Ma nel metro arbitrale la scelta ci può stare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy