Di Francesco ringhia a tutti: “C’è negatività. Dzeko? Frasi non gradite”

Di Francesco ringhia a tutti: “C’è negatività. Dzeko? Frasi non gradite”

Il tecnico giallorosso alla vigilia della sfida con il Verona: “Polveroni insensati. D’Alema critica? Per vincere chiederò a lui”. Attacco: idea Ünder

Di Francesco ha in pugno la sua Roma, ed è per questo che, alle critiche ricevute, alla vigilia del Verona risponde graffiando. “Sarei un ipocrita se dicessi che non vedo del negativismo intorno alla Roma – dice –. È prematuro ma fa parte di questo mondo, non mi meraviglio. Certo, dopo 270’ di partite ufficiali stiamo creando dei polveroni insensati. Ognuno è libero di dire ciò che vuole, ma io sono resiliente (capace di affrontare i momenti difficili, ndr) e sono abituato a tutto questo“.

Le considerazioni di Dzeko post Atletico non sono state gradite: “A caldo si dicono cose che non si dovrebbero dire. A me non sono piaciute le sue parole, ma sono state chiarite. Dzeko deve mettersi ancora più a disposizione del collettivo. È normale che un attaccante quando ha poche occasioni fa fatica. Sono convinto che tornerà al gol facilmente. Il suo sfogo è stato sbagliato ma se n’è reso conto perché è intelligente. Non solo. Porto avanti il mio modo di essere con il mio carattere, che vi assicuro non è un bel carattere quando mi ci metto. Io cerco di essere sempre positivo e ribaltare la negatività con il lavoro e i risultati“. La mossa a sorpresa contro il Verona potrebbe essere il lancio dall’inizio del giovane attaccante turco Ünder, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. Con una incognita: se la pioggia (prevista) appesantisse parecchio il campo, a quel punto potrebbe essere recuperato al suo posto Defrel.

Chiudiamo in modo più leggero. Con la replica di Di Francesco a D’Alema, che aveva espresso dubbi e nostalgie spallettiane. “D’Alema ha detto che la Roma non ha gioco e lotterà per la salvezza? Beh, siccome lui è una grande esperto di vittorie, quando mi servirà chiederò a lui le condizioni giuste per poterlo fare”, ha detto caustico il tecnico. E ieri è arrivata la precisazione del politico: “Qualche perplessità, ma sono tifoso della Roma, e dunque anche del suo tecnico. Mi dispiace che nasca una polemica da una conversazione privata di cui sono stati rubati alcuni spezzoni, montati malamente. Sarò felice di parlare con Di Francesco, se lui vorrà“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy