Alla festa della Roma manca solo il 250° di Totti

Francesco Totti torna titolare contro un fragile Crotone, scaldando un Olimpico semideserto, ma pronto ad applaudire il 4-0 finale

L’ultima volta era stata il 20 settembre 2015, avversario il Sassuolo e allenatore Garcia. La prima dell’era Spalletti, invece, arriva un anno dopo ed è una festa. Francesco Totti torna titolare contro un fragile Crotone, scaldando un Olimpico semideserto, ma pronto ad applaudire il 4-0 finale, propiziato dalle reti di El Shaarawy, Salah e dalla doppietta di Dzeko.

Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, quando il Crotone sembra crescere un po’, arriva il vantaggio della Roma: Florenzi supera Ceccherini e mette al centro per El Shaarawy, il cui tiro è deviato da Dos Santos. I rossoblù non mollano e su cross di Sampirisi è Palladino a sfiorare il palo, però è un fuoco di paglia perché i giallorossi raddoppiano grazie a uno scambio fra Salah ed El Shaarawy (innescato da Totti) che porta l’egiziano al tiro (37’). La partita è virtualmente chiusa, ma il sigillo lo mette Dzeko con una doppietta nel giro dei primi 12 minuti della ripresa, grazie a un assist di Totti che lo lancia solo davanti al portiere (3’) e a un cross di Salah, servito ancora dal capitano giallorosso. La Roma a quel punto, fra cambi e cali di concentrazione, mette in vetrina Szczesny, che al 15’ devia un rigore di Palladino – fallo di Florenzi su Falcinelli – e al 42’ fa lo stesso con un tiro di Capezzi.

(M. Cecchini)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy