Alfano: «Barriere? Banco di prova»

Alfano: «Barriere? Banco di prova»

Il ministro: “Il Prefetto farà tutte le valutazioni tecniche del caso, ma noi dobbiamo salvaguardare la vita e la salute delle persone”

Stavolta è il Viminale ad alimentare un dibattito che va avanti ormai da un paio di stagioni: barriere sì, barriere no.  Angelino Alfano, ministro dell’Interno, ha definito il derby un «banco di prova» sulla questione. Si tratta di un invito al dialogo nei confronti degli ultrà, che però fin qui non hanno mai voluto raccogliere, come scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

«Il derby potrebbe essere un segnale per la Prefettura e per tutti gli organismi tecnici che devono la questione delle barriere nelle curve – ha detto –. Il Prefetto farà tutte le valutazioni tecniche del caso, ma noi dobbiamo salvaguardare la vita e la salute delle persone. Sulla sicurezza non si transige, non ci può essere alcun tipo di transazione. Bisogna essere leali reciprocamente e sapere che se non ci sono piene condizioni di sicurezza non si può modificare nulla. Poi sarò io il primo e il più felice a dire “evviva togliamo le barriere” quando tutte le valutazioni tecniche mi diranno che si potrà fare senza correre rischi».

La Curva Nord sarà presente in massa. Nella Sud invece nulla è cambiato, neppure dopo l’invito di Totti, De Rossi e Florenzi a inizio settimana. Gli ultrà hanno confermato la loro protesta e diserteranno lo stadio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy