Segreto di stadio: ecco il contratto tra la Raggi e il Politecnico di Torino

Segreto di stadio: ecco il contratto tra la Raggi e il Politecnico di Torino

La sindaca impone la segretazione dei risultati e specifica: “Si escludono analisi comparative di sorta con altre soluzioni, anche se eventualmente più innovative e connesse a oneri”

di Redazione, @forzaroma

Un “bollino blu” da quasi 30mila euro di costo, pagati con fondi pubblici, e che, per di più, sarà coperto da un segreto impenetrabile. Questo è il contratto con cui il Campidoglio ha affidato al Politecnico di Torino il compito di analizzare gli studi sul traffico del progetto Stadio della Roma di Tor di Valle, come riporta Il Tempo.

Già leggere l’oggetto dell’incarico strappa un sorriso: più che una due diligence al Comune serve un timbro di un prestigioso ateneo che assolva l’Amministrazione Raggi dal “delitto” di aver stravolto, per ragioni politiche, la viabilità del progetto solo per poter giungere, cancellando opere pubbliche, a eliminare le famose e contestate Torri di Libeskind.

La verifica – si legge nel contratto – deve essere comprensiva dell’analisi dei metodi adottati da Eurnova su indicazione del Campidoglio che, tramite Roma Servizi per la Mobilità, ha fornito ai tecnici di Parnasi il software, i parametri di calcolo del traffico e anche quali simulazioni effettuare. L’analisi dovrà riguardare la viabilità stradale, pedonale e ferroviaria per valutare la congruenza fra l’offerta di trasporto e la domanda stimata sia in termini di traffico che di qualità del servizio”. Ma non si dovrà “focalizzare su aspetti tecnici ma funzionali e non prevede simulazioni di traffico sulla rete di trasporto”. Non solo. Addirittura viene specificato a chiare lettere: “Si escludono analisi comparative di sorta con altre soluzioni, anche se eventualmente più innovative e connesse a oneri…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy