Radja, il vecchio ruolo non scalfisce la “garra”

Radja, il vecchio ruolo non scalfisce la “garra”

Il belga deve solo riabituarsi a giocare come mezz’ala, che copre sessanta metri di campo, ora a sinistra e ora a destra

Finisce la partita con una fasciatura rigida sul polpaccio destro ma Radja Nainggolan tranquillizza tutti: “E’ solo un affaticamento, tutto a posto”. Esce a poco dalla fine dopo una partita giocata con la “garra”, come scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero, ma senza troppi guizzi: Nainggolan forse si diverte meno rispetto all’anno scorso, perché – almeno per ora – non arriva in porta e non segna,ma non gli si può dire, vedendolo giocare, che non faccia di tutto per il bene della squadra.

Il belga deve solo riabituarsi al suo vecchio ruolo, quello di mezz’ala, che copre sessanta metri di campo, ora a sinistra e ora a destra. E quando starà meglio, magari ricomincerà a segnare. Ci vuole pazienza, anche per vedere la migliore Roma. Per ora, benedetto punticino. “Che serve per ritrovare fiducia”, dice Radja.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy