N’Zonzi & Suso costano troppo

N’Zonzi & Suso costano troppo

Il Milan pretende 40 milioni cash per lo spagnolo, la Roma non ci sta. Il francese di nuovo “impossibile” da prendere: Monchi su Samassekou

di Redazione, @forzaroma

Il primo assalto per Suso è andato a vuoto. Dopo aver parlato giovedì con Monchi, il procuratore – nemmeno 24 ore dopo – ha provato immediatamente a sondare la disponibilità del Milan a lasciar partire il suo assistito, come riporta Stefano Carina su Il Messaggero. Ha preferito farlo de visu, portandosi dietro anche il calciatore, allettato dalla possibilità di trasferirsi alla Roma e giocare la Champions. Il club rossonero, alla richiesta, non ha battuto ciglio ma la valutazione – ha fatto sapere – è di 40 milioni. Senza scambi. Anche perché Suso “il 10 agosto diventa incedibile”, è stato il messaggio del Milan. E se si muove, “lo fa soltanto per un’offerta importantissima”. Questo il succo del discorso che Leonardo e Maldini hanno fatto al procuratore e allo spagnolo.

Il riferimento, nemmeno troppo velato, è alla possibilità che Perotti potesse entrare nella trattativa. Per Diego, sondaggio del Monaco. A Trigoria, da ieri, hanno la conferma che il Milan a – 6 dalla chiusura del mercato, considera Suso incedibile. E può cambiare idea soltanto per 40 milioni o giù di lì. Il problema è capire se a questo prezzo, Monchi consideri ancora lo spagnolo «un’opportunità». Difficile.

Su N’Zonzi da Trigoria in serata trapelava di nuovo un moderato pessimismo. Che siano semplici strategie di comunicazione in una trattativa così importante o la cruda realtà, sarà il tempo a dirlo.

Sei giorni alla dead-line con la Roma che a questo punto, vista la frenata su N’Zonzi, proverà a chiudere per Samassekou. Ma anche sul fronte dal Salisburgo, la pista s’è fatta in salita. L’avvisaglia c’era stata con le parole del ds austriaco Freund: “Non lo diamo, rimane con noi”. La conferma è arrivata nelle ultime ore con la risposta agli intermediari giallorossi che sulle cifre proposte dalla Roma (15-18 milioni), il Salisburgo non è disposto a trattare.

Il problema è semplice: negli ultimi giorni di mercato, tutti alzano il prezzo. Soprattutto sapendo che Monchi – dopo il caso Malcom – ha 40 milioni da spendere. E per il ds il lavoro non è nemmeno semplice, dopo che il presidente Pallotta a Sirius Xm ha dichiarato di star pensando «di rinforzare la squadra in un altro paio di ruoli». Ora la piazza se li aspetta. Per non parlare di Di Francesco. Che intanto, per cementare il gruppo, ha organizzato per oggi un pranzo a Trigoria, prima della seduta pomeridiana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy