L’italcalcio riscopre i gol del centravanti

Sono tornati i bomber, la classifica marcatori lo conferma: sul gradino più alto del podio c’è Icardi, sei reti, seguito da Bacca, a quota 5 come Callejon, e poi a quota 4 Dzeko, Higuain, Milik, Borriello e Belotti

Sono tornati i bomber. I centravanti. Basta dare uno sguardo alla classifica dei cannonieri per averne un’immediata conferma: sul gradino più alto del podio c’è l’interista Icardi, sei reti, seguito dal milanista Bacca, a quota 5 come il napoletano Callejon, e poi a quota 4 il romanista Dzeko, lo juventino Higuain, il napoletano Milik e pure Borriello e Belotti, il vecchio e il nuovo del gol made in Italy.

Immediata, arriva la riflessione: se Maurito non fosse stato così prolifico, l’Inter avrebbe già cacciato pure il tecnico olandese? Forse sì, chissà. Un discorso più o meno simile può essere fatto per il Milan che non ha vissuto soltanto dei gol di Bacca, ma che attraverso le reti del colombiano ha acquisito credibilità, consistenza e autostima. E Vincenzo Montella respira.

La Roma, che nel passato campionato aveva chiuso con il miglior attacco, si sta confermando, 13 reti (Napoli 10), grazie alle giocate ad intermittenza di Dzeko, tanto discusso quanto redditizio (ha segnato o non ha segnato gli stessi gol di Higuain e Milik?). Il bosniaco rappresenta, comunque, la novità dei bomber del campionato se pensiamo che, per un motivo o per un altro, nella passata stagione era arrivato a quota 4 soltanto alla ventesima giornata.

(M. Ferretti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy