Saluto militare dopo il gol. Under, sono cose turche

Saluto militare dopo il gol. Under, sono cose turche

Cengiz è già considerato il Dybala del Bosforo: Erdogan ha speso parole di elogio

di Redazione, @forzaroma

Quel saluto militare dopo uno dei due gol che hanno schiantato il Benevento, Under lo avrebbe fatto per ricordare i 7 soldati turchi uccisi sabato 3 febbraio nel nord della Siria. Cengiz, passato tra zero a centro in tre gol e un assist tra Verona e Benevento, è diventato un vero e proprio eroe nazionale, scrive Paolo Franci su il “Quotidiano Nazionale”. Se calcisticamente è considerato il Dybala del Bosforo – ma si sprecano esagerati paragoni con Messi – dal punto di vista del patriottismo siamo ben oltre il confine dell’entusiasmo più sfrenato. Quel suo mettersi sull’attenti portando la mano alla fronte è stato subito letto dai media turchi come un omaggio ai caduti – 31 in totale da quando è iniziata l’offensiva in Siria – molto apprezzato da Erdogan, che molti raccontano come vicinissimo al giocatore. L’ultimo eroe giallorosso è stato pagato 15 milioni ai turchi del Basaksehir di Istanbul e Di Francesco l’ha paragonato a Montellaper il modo di calciare in porta, nascondendo le proprie intenzioni fino all’ultimo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma