Raggi, una delibera anti-Ultrà

Raggi, una delibera anti-Ultrà

La sindaca: “Chiederemo alle grandi società di calcio di contribuire con una parte dei loro guadagni al mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza durante alcuni eventi sportivi”

di Redazione, @forzaroma

La misura è colma, servono provvedimenti subito”, tuonava Virginia Raggi a poche ore dai nuovi disordini vicino l’Olimpico e dall’aggressione ad alcuni vigili presenti in piazza.

Ebbene, in meno di 24 ore, la rabbia contro quei “barbari che con il pretesto di una partita di calcio devastano tutto” si è trasformata in un annuncio concreto. “È pronta una delibera per chiedere alle grandi società di calcio di contribuire con una parte dei loro guadagni al mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza durante questi eventi. Credo sia fondamentale capire che chi dal calcio riesce ad avere grandi guadagni possa contribuire alle spese che generalmente devono sostenere solo le città”, ha fatto sapere ieri mattina la sindaca di Roma.

Dai club, tra i primi a commentare la proposta del Campidoglio a 5 Stelle è stato il presidente della Lazio, Claudio Lotito, intervistato ai microfoni di Radio Radio: “Sarà oggetto di confronto, perché le società non devo neanche diventare un bancomat per tutti quanti. Devono fare le cose che sono giuste facciano. Io penso che il buon senso nell’amministrazione produca grandi risultati. Altrimenti paga tutto la società. Vediamo quello che è giusto e di buon senso che le società debbano affrontare. Il tema della sicurezza non è solo quello dello stadi, è a 360 gradi e va affrontato nel migliore dei modi”.

A commentare quanto accaduto mercoledì sera vicino allo Stadio anche il comandante della polizia locale di Roma Antonio Di Maggio, secondo cui “non è più possibile ammettere episodi del genere, che potevano avere conseguenze ben più gravi. Nessuno deve restare impunito per queste sconsiderate azioni, che hanno portato al ferimento di due appartenenti al corpo e al danneggiamento di alcuni veicoli dell’amministrazione”.

Intanto, nel nuovo contratto per i dipendenti capitolini, a cui il Comune sta lavorando insieme ai sindacati, l’assessore al Personale Antonio De Santis ha annunciato “un’importante componente dedicata alla previdenza complementare per gli agenti. Siamo impegnati, sin dal nostro insediamento, per rafforzare le tutele in favore del personale della polizia locale, che svolge ogni giorno un lavoro silenzioso e coraggioso, basilare per la quotidianità di tutti i cittadini”.
(P. Lo Mele)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy