Raggi in vacanza: ira in Campidoglio

Raggi in vacanza: ira in Campidoglio

La prima cittadina avrebbe deciso di prendersi un periodo di break insieme al figlio fuori città. Il Pd capitolino non ha gradito i modi e i tempi dell’annuncio della pausa: giovedì la sindaca salterà il Consiglio straordinario sullo stadio

Virginia Raggi ha lasciato Roma per quattro-cinque giorni e tornerà in città entro il week end, in tempo per la celebrazione del sessantesimo anniversario dei trattati di Roma che si terrà sabato mattina in Campidoglio. Nel periodo di assenza della sindaca da Palazzo Senatorio sarà il suo vice Luca Bergamo a farne le veci. La prima cittadina avrebbe deciso di prendersi un periodo di break insieme al figlio fuori città, facendo anche seguito ai consigli dei medici che durante gli accertamenti all’Ospedale San Filippo Neri le avevano detto di riposarsi un po’.

Ma il Pd capitolino non ha gradito i modi e i tempi dell’annuncio della pausa: «È un grave sgarbo istituzionale, per il modo in cui viene comunicata la sua assenza nella seduta dell’Assemblea Capitolina di domani (oggi, ndr) e di quella di giovedì 23 – ha tuonato la capogruppo Michela Di Biase -. Si tratta di due riunioni importantissime: la prima la riguarda direttamente per le vicende giudiziarie a suo carico, la seconda invece attiene al nuovo progetto dello Stadio della Roma». «Nessuno sgarbo istituzionale nei confronti delle opposizioni – la riposta del presidente dell’Aula Marcello De Vito -. In aula è stato chiamato a riferire il vicesindaco Bergamo, capace di illustrare con esaustività e completezza all’Assemblea quanto richiesto dai consiglieri del Pd». Per un confronto con tutte le forze politiche oggi alle 14 è stata convocata una riunione dei capigruppo, prima che cominci il Consiglio. In quella sede si deciderà se rinviare o meno l’audizione della sindaca Raggi.

(P. Lo Mele)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy