Progetto stadio, l’incontro segreto. Di Battista: “Si fa a cubature ridotte”

Progetto stadio, l’incontro segreto. Di Battista: “Si fa a cubature ridotte”

La Roma e il gruppo Parnasi devono cambiare il progetto e presentarlo a tutti gli enti chiamati a dare giudizio positivo; superato il passaggio, la variante urbanistica sulle cubature va approvata prima in giunta e poi in consiglio comunale

1 Commento

In una delle giornate più calde per la giunta Raggi, proseguono le trattative sullo Stadio della Roma. Ieri si è tenuto un nuovo incontro in Comune tra i protagonisti della vicenda (assente illustre Paolo Berdini) che ha avuto come tema centrale la questione delle tempistiche e la rivisitazione delle cubature. Mentre Daniele Frongia smentisce la notizia pubblicata da Repubblica di un patto siglato col costruttore Parnasi, i 5Stelle romani sembrano mettere a punto una strategia che li porti proprio in quella direzione. E in serata Alessandro Di Battista rilancia: «Quando il Movimento dice che una cosa si fa, si fa. Ma non posso tollerare che il progetto stadio sia una minima parte di un progetto di un enorme quartiere. Sono sicuro che si metteranno d’accordo e troveranno una soluzione». E da Dibba anche un assist alla Lazio: «Per me, e lo dico da cittadino, dovrebbe sistemarsi al Flaminio ».

Come riportato nell’edizione odierna de “La Repubblica”, la tabella di marcia di Raggi per le prossime 4 settimane ha ritmi serratissimi: la Roma e il gruppo Parnasi devono cambiare il progetto e presentarlo a tutti gli enti chiamati a dare giudizio positivo; superato il passaggio, la variante urbanistica sulle cubature va approvata prima in giunta e poi in consiglio comunale. Ma nessuno sa se, tagliando alcune opere pubbliche previste in funzione della riduzione dei ricavi, permanga la dichiarazione d’interesse pubblico riconosciuto nella delibera comunale. Per questo ieri David Ginsberg, uomo chiave per la Roma nella trattativa sullo stadio, è ripartito per gli Usa di umore pessimo. La giunta deve fare in 4 settimane quello che non ha fatto dal settembre, quando la conferenza dei servizi fu aperta. Intanto la prossima riunione tra il club e il Comune è già fissata per lunedì prossimo.

(D. Autieri – M. Pinci)

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. nat56 - 6 mesi fa

    Di Battista nella sua dichiarazione per lo stadio mi piace, invece di dire come i vecchi politici si fa tutto ma dovete sganciare 3 milioni di euro, perche dice lo stadio si ma le cubature quelle consentite dalle norme. Un segno tangibile di buona amministrazione.
    Non mi piace tutto dei 5 stelle ma questo mi piace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy