Schick, mistero alla Roma e bomber con la nazionale

Schick, mistero alla Roma e bomber con la nazionale

Un altro gol con la Repubblica Ceca giocando da centravanti

di Redazione, @forzaroma

Il d.s. Monchi, che nelle prossime ore sarà negli Stati Uniti per incontrare James Pallotta insieme al resto della dirigenza, sicuramente non immaginava che Di Francesco avrebbe utilizzato con il contagocce quasi tutti i 12 acquisti del mercato estivo, come scrive Gianluca Piacentini  sul Corriere della Sera.

L’unico sempre presente è stato Robin Olsen. Il secondo promosso è Steven Nzonzi: in campo per 653 minuti, ne avrebbe giocati molti di più se non fosse arrivato con un mese di ritardo rispetto ai compagni dopo il Mondiale vinto. Da quando è entrato in squadra in pianta stabile (e Di Francesco è passato al 4-2 3-1), la Roma ha ricominciato a volare: 30,5 milioni (bonus compresi) ben spesi.

Chi trova molta difficoltà a giocare titolare è Patrik Schick. L’attaccante paga la concorrenza di Edin Dzeko: da centravanti non trova spazio, da esterno non rende. Ancora a secco in giallorosso, per sua fortuna c’è la Nazionale, dove ha una media-gol altissima: ieri, tre minuti dopo il suo ingresso in campo, da “9”, ha segnato di testa la rete della vittoria (2-1) della Repubblica Ceca contro la Slovacchia. Basterà per un posto da titolare sabato prossimo contro la Spal?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy