Roma, porta da blindare: i gol presi sono più del doppio rispetto allo scorso anno

Roma, porta da blindare: i gol presi sono più del doppio rispetto allo scorso anno

Dopo 11 giornate la Roma ha subito 14 gol, troppi rispetto ai 6 dello scorso campionato

di Redazione, @forzaroma

Se la gara con il Cska Mosca ha messo in mostra una difficoltà della Roma nel chiudere le partite, la vera sfida per Eusebio Di Francesco, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera, è invece cercare di blindare la porta di Olsen.

I gol segnati dopo 11 giornate di campionato, infatti, sono gli stessi dello scorso anno, 18; quelli subiti sono più che raddoppiati, passando da 6 a 14. Per questo a finire sotto accusa è stato tutto il reparto difensivo: il portiere svedese e Manolas sono riusciti a riscattarsi, ora tocca agli altri, soprattutto Federico Fazio e Juan Jesus.

Domani contro la Sampdoria potrebbe toccare di nuovo a Jesus che a Sky dice: “Affrontiamo un’ottima squadra con un grande allenatore, noi dobbiamo vincere perché abbiamo bisogno dei tre punti per la classifica e per noi stessi, non abbiamo alternative, poi durante la sosta avremo tempo per allenarci. Il tempo stringe, dobbiamo correre, non credo che possiamo accontentarci del nono posto”.

Patrik Schick potrebbe giocare titolare contro la sua ex squadra. “Ha una grande pressione addosso, ma ha qualità,- dice Jesus – ma deve provare ad avere un carattere più forte. È un bravissimo ragazzoepuò diventare un grandissimo calciatore, ma servono pazienza e fiducia. I giovani come lui, Cengiz, Kluivert e Zaniolo non devono accontentarsi”. Chi non vuole farlo è un altro veterano come Federico Fazio. “Abbiamo la squadra per risalire in classifica-le sue parole al Match Program della società – ma dobbiamo vincere senza guardare oltre, con la Sampdoria vogliamo i tre punti per dare un segnale. In Champions stiamo andando bene, ma in campionato non siamo dove vorremmo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy