Defrel, si chiude. Poi Mahrez e Kolarov

Defrel, si chiude. Poi Mahrez e Kolarov

Per l’algerino servono 35 milioni. L’ex laziale è più accessibile, ma l’ingaggio di 4 milioni rappresenta un ostacolo

Mentre la Roma è partita per gli Stati Uniti, destinazione Detroit, il d.s. Monchi è rimasto nella Capitale a lavorare per regalare al tecnico Eusebio Di Francesco tre colpi. Il primo, in ordine di tempo, sarà Gregoire Defrel. Con il Sassuolo ormai i contatti sono quotidiani e la fumata bianca è a un passo: la Roma ha alzato leggermente l’offerta, superando i 20 milioni di euro e ottenendo una formula più vantaggiosa: cioè il prestito con obbligo di riscatto. Sistemata la vicenda Defrel col Sassuolo, scrive Piacentini a Il Corriere della Sera, Monchi potrà concentrarsi sul colpo grosso per l’attacco, cioè il sostituto di Salah. Più passano le ore e più prende forma la trattativa col Leicester per Mahrez. Si sta cercando di limare la distanza tra richiesta e offerta, con il Leicester, che partiva da una valutazione di circa 50 milioni e che, dopo aver capito che Arsenal e Marsiglia non erano disposte a partecipare ad aste, ha abbassato notevolmente le pretese. Per portarlo a Trigoria servono 35 milioni, Monchi è partito da 23 ma è disposto a salire fino a 30 inserendo gli ormai immancabili bonus.

Col giocatore c’è un accordo di massima per un contratto di quattro anni a circa 3,5 milioni di ingaggio. Manca ancora un piccolo sforzo, ma la trattativa è tutt’altro che impossibile. In attesa di Mahrez, da ieri è ufficiale l’ingaggio di Cengiz Under. Sfumato invece Willems, che è ad un passo dall’Eintracht di Francoforte, in Inghilterra si è parlato di un nuovo (era già un pallino dell’ex d.s. Sabatini) interessamento per Kolarov: il City lo valuta 10 milioni di euro, prezzo accessibile per la Roma, molto più dell’ingaggio di 4 milioni e mezzo, il vero ostacolo nella trattativa.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy