Premier League 6/a giornata: City ancora a punteggio pieno

Premier League 6/a giornata: City ancora a punteggio pieno

Non sembra possibile fermare i Citizens, vincitori anche in casa dello Swansea. Insegue da presso il Tottenham, l’Arsenal strapazza il Chelsea di Conte, il Liverpool l’Hull City, cade l’Everton a Bournemouth. Dopo due turni di digiuno, torna alla vittoria anche lo United, a valanga sul Leicester di Ranieri

di G. Giammusso

Giornata che smuove la classifica in Premier League: dei 10 confronti ben 9 sono partite che si concludono con la vittoria di una delle due compagini in gioco, solo 1 pareggio, a dominare però è il solito City, che passa anche sul difficile campo dello Swansea: vanno in vantaggio gli ospiti su gran goal di Aguero illuminato da Sagna, dopo poco però i gallesi rivelano la loro natura coriacea, è allora l’ex-Juventus Llorente a pareggiare con gran botta al volo. E’ necessario aspettare la ripresa per vedere i Citizens di nuovo in vantaggio, De Bruyne viene atterrato e l’arbitro concede generosamente il rigore, il solito bomber argentino non tradisce e realizza con un colpo morbido centrale; chiude dopo poco i conti Sterling, in azione da contropiede si libera bene e trafigge Fabianski, 1-3 e Guardiola in fuga, punteggio pieno, sono le altre a dover inseguire. E’ vivo e voglioso di lottare il Tottenham, alla terza vittoria consecutiva: il gioellino sudcoreano Son Heung-Min realizza in 20’ una doppietta da capogiro, accorcia nella ripresa Gibson per i padroni di casa ma gli Spurs riescono comunque a portare a casa la vittoria, sul campo del Middlesbrough finisce 1-2.

Rotonda vittoria dell’Arsenal (la quarta consecutiva) ai danni del Chelsea, il derby di Londra vede ridimensionato Conte, costretto a vedere la sua squadra strapazzata per 3-0 già nel primo tempo: Sanchez e Walcott mettono già la partita sui binari dei Gunners in appena 14’, di Ozil il sigillo finale, difesa dei Blues da rivedere e squadra di Wenger lanciata in terza posizione. E’ in scia europea anche il Liverpool di Klopp, in casa dell’Hull City è goleada per i Reds: Lallana, Milner e Mane chiudono la gara già nel primo tempo, complice l’inferiorità numerica degli ospiti per il fallo di mano in area di Elmohamady; nella ripresa accorcia Meyler, ma Coutinho e ancora Milner su rigore dilagano per il 5-1 finale.

Per la prima volta in questo campionato cade l’Everton, in casa del Bournemouth è un goal dei padroni di casa realizzato da Stanislas a decidere la partita che termina 1-0; Lukaku non punge abbastanza, il prossimo match in casa appare la situazione perfetta per riprendersi. Dopo due turni di sconfitte torna rabbiosamente alla vittoria il Manchester United, in casa contro il Leicester campione uscente è un primo tempo che non lascia scampo: Smalling, Mata, Rashford e Pogba scrivono il loro nome sul tabellino dei marcatori, è totale umiliazione per le Foxes. Nella ripresa Ranieri dà la scossa ai suoi, fuori gli “intoccabili” Vardy e Mahrez, entrano King e Gray, proprio quest’ultimo realizza il goal della bandiera che rende meno amara una sconfitta dura da digerire per il tecnico italiano, finisce 4-1.

Continua a stazionare nelle parti alte della classifica il Crystal Palace di Pardew, emozioni a non finire sul campo del Sunderland, e terza vittoria di fila: doppietta di Defoe per i padroni di casa, che lascerebbe presagire una vittoria casalinga; poi gli ospiti escono e prima Ledley, poi McArthur pareggiano. Nel finale è bomber Benteke a concludere una rimonta clamorosa, finisce 2-3 e le Eagles si godono una settima piazza di prestigio. Il Southampton di Puel punta sui soliti nomi che da almeno 3 anni stanno facendo la fortuna della squadra, sul campo di un West Ham disastrato ed ormai invischiato nella lotta per non retrocedere segnano i soliti Austin e Tadic, nel finale il sigillo di Ward-Prowse consolida uno 0-3 che non lascia scampo ad interpretazioni.

Altro match con rete allo scadere si disputa sul campo dello Stoke, Allen porta in vantaggio i padroni di casa, a tempo scaduto il solito Rondon pareggia per il WBA e divide la posta in gioco equamente tra le due compagini, finisce 1-1. Nel monday night, a chiusura della giornata, crolla il Watford di Mazzarri in spedizione sul campo del Burnley: Hendrick nel primo tempo, Keane nel secondo tempo affondano le Hornets di Pozzo, finisce 2-0.

Premier League 6/a giornata:
Manchester United – Leicester 4-1
Bournemouth – Everton 1-0
Liverpool – Hull 5-1
Middlesbrough – Tottenham 1-2
Stoke – West Brom 1-1
Sunderland – Crystal Palace 2-3
Swansea – Manchester  City 1-3
Arsenal – Chelsea 3-0
West Ham – Southampton 0-3
Burnley – Watford 2-0

Classifica:
Manchester City 18; Tottenham 14; Arsenal, Liverpool, Everton 13; Manchester United 12; Crystal Palace, Chelsea 10; Southampton, West Brom 8; Watford, Leicester, Burnley, Hull, Bournemouth 7; Middlesbrough 5; Swansea 4; West Ham 3; Stoke 2; Sunderland 1

Marcatori:
Aguero (Manchester City), Antonio (Tottenham), Costa (Chelsea) 5; Capoue (Watford), Defoe (Sunderland), Ibrahimovic (Manchester United), Lukaku (Everton), Sanchez (Arsenal), Son Heung-Min (Tottenham), Sterling (Manchester City) 4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy