Premier League 22/a giornata: pari per Arsenal e Leicester, si avvicina il City

Premier League 22/a giornata: pari per Arsenal e Leicester, si avvicina il City

L’Arsenal non riesce a sbloccare il risultato in casa dello Stoke, finisce a reti inviolate; male il Leicester che in casa del fanalino di coda Aston Villa non va oltre l’1-1. Ne approfitta il City che battendo il Crystal Palace si porta ad un solo punto dalle capolista; Tottenham vittorioso, importante vittoria dello United in casa del Liverpool. Chelsea-Everton pari con tanti goal e spettacolo

di G. Giammusso

Al Britannia Stadium, in casa dello Stoke City, nonostante sappia già che una vittoria consegnerebbe la vetta in solitaria, l’Arsenal non va oltre lo 0-0 con il quale comincia la partita; per dire la verità è forse la compagine di casa a rendersi maggiormente offensiva, ma Cech è in giornata di grazia e porta a casa il clean sheet, complici un paio di parate d’esperienza e la retroguardia attenta; i Gunners portano a casa un punto che consente di mantenere la testa della classifica. Testa-coda al Villa Park di Birmingham, dove le Foxes di Ranieri hanno la possibilità di volare prime da sole, il vantaggio di Okazaki lascia ben sperare, di lì a poco Mahrez dal dischetto sbaglia un rigore e si va al riposo sullo 0-1. Ma l’Aston Villa ha bisogno di punti per continuare a credere nella salvezza, ci mette tutto quello che ha, al 75’ il subentrato Gestede addomestica il pallone aiutandosi in parte con il braccio ed insacca alle spalle di Schmeichel, che fino a quel momento aveva fatto ottima guardia. Il match termina 1-1 ed il Leicester perde una buona occasione per allungare.

Si porta ad un solo punto dalla vetta il City, che in casa è la squadra più forte della lega, e lo dimostra anche stavolta con un rotondo 4-0 ai danni di un Crystal Palace irriconoscibile, alla terza sconfitta consecutiva; sblocca la partita una gran botta da fuori di Delph, chiude il primo tempo il raddoppio di Aguero su assist di Iheanacho. Nella ripresa non cambia il copione, sebbene Cabaye e compagni provino a spingere per tentare di provare a rimettere la partita sul giusto binario, è ancora il City a fare gioco, ed ancora Aguero a siglare una rete illuminata dal prezioso assist di De Bruyne. Chiude la lista dei sigilli David Silva, generosamente imbeccato dal centravanti argentino già autore di due reti, che nel corso di un contropiede veloce serve lo spagnolo per il 4-0 finale.

Torna sotto anche il Tottenham, che dopo la sconfitta con il Leicester si presenta compatto in casa contro un Sunderland assetato di punti per non retrocedere; tuttavia c’è almeno una categoria di differenza, che sul campo si vede soprattutto nel secondo tempo. Nel primo infatti, dove un forte pressing degli Spurs alla ricerca di spazi per il goal, sono gli ospiti ad andare in vantaggio con Van Aanholt, passano però pochi secondi ed Eriksen pareggia, si va al riposo. Nella ripresa la squadra londinese cerca con maggiore veemenza il vantaggio, che arriva con una soluzione personale di Dembele che si libera in area di due avversari e calcia ad incrociare sul primo palo; pochi secondi dopo ancora Eriksen firma la rete della tranquillità, un gran tiro con esterno a giro, che scende all’ultimo secondo sotto l’incrocio dei pali; nel finale c’è tempo anche per un rigore magistralmente trasformato da Kane, il match termina 4-1 e la vetta dista solo 5 punti.

Ad Anfield è di scena un match che vede contrapposti i Reds contro i Red Devils, Liverpool contro Manchester United, la squadra di Klopp in crescita ed ambiziosa, la squadra di Van Gaal capace di un ottimo avvio di campionato ma ora a fasi alterne: il gioco lo imposta il Liverpool, che nei primi 60’ minuti si propone con insistenza in fase offensiva, ma una buona organizzazione, un De Gea vigile ed un pizzico di sfortuna non consentono alla squadra di casa di passare in vantaggio. Come spesso avviene nel calcio, al 78’ è altresì lo United a passare in vantaggio: calcio piazzato, svetta come sempre Fellaini che centra la parte alta della traversa, un Rooney rapace si avventa sul pallone e lo ribadisce con forza in rete, è lo 0-1 che non cambierà fino a fine partita.

Battuta d’arresto per il West Ham, che in casa del Newcastle subisce un sonoro 1-2 nel primo tempo firmato Perez e poi Wijnaldum; nella ripresa meglio i londinesi, che si portano in rete con Jelavic ma non riescono a riacciuffare il risultato, finisce 2-1 per i padroni di casa. Sembra stare riprendendo confidenza il Southampton, che realizza la seconda vittoria consecutiva, stavolta contro il West Brom: nel primo tempo Ward-Prowse in goal prima su azione e poi su calcio di rigore, nella ripresa il sigillo del 3-0 finale è del solito Tadic.

Tanti goal ed emozioni allo Stamford Bridge, va di scena ChelseaEverton, anche se succede tutto nel secondo tempo: Terry con una autorete infelice porta in vantaggio gli ospiti, raddoppia dopo poco Mirallas; il Chelsea non ci sta ed allora con una reazione d’istinto accorcia prima con Costa, poi pareggia con Fabregas. Nel finale le squadre si allungano, sugli sviluppi di un calcio d’angolo un assist in area di Deulofeu viene arpionato da Mori che ruba il tempo a tutti – persino a Lukaku accorrente – e realizza allo scadere la rete del 2-3. Viene concesso un recupero importante di ben 7’ minuti, sull’ultimo ribaltamento di fronte un assist di Oscar nell’area piccola viene deviato in rete da Capitan Terry, in evidente ma non ravisata posizione di fuorigioco, è 3-3 e lo Stamford Bridge può esplodere non tanto per il risultato in sè ma per la grinta dimostrata da parte del leone ferito.

Chiudono il riepilogo 3 match che vedono coinvolte compagini invischiate nella lotta per non retrocedere: nel monday night lo Swansea conquista 3 punti fondamentali per la salvezza, con risultato minimo di 1-0 in casa contro il Watford, a realizzare la rete vittoria è Williams nel primo tempo, Watford in affanno alla quarta sconfitta consecutiva dopo un avvio di stagione più che esaltante. Punti fondamentali anche per il Bournemouth che liquida il Norwich con un netto 3-0, in rete Gosling, Daniels su rigore e Afobe, vittoria meritata.

Premier League 22/a giornata:
Tottenham – Sunderland 4-1
Bournemouth – Norwich 3-0
Chelsea – Everton 3-3
Manchester City – Crystal Palace 4-0
Newcastle – West Ham 2-1
Southampton – West Brom 3-0
Aston Villa – Leicester 1-1
Liverpool – Manchester United 0-1
Stoke – Arsenal 0-0
Swansea – Watford 1-0

Classifica:
Arsenal, Leicester 44; Manchester City 43; Tottenham 39; Manchester United 37; West Ham 35; Stoke 33; Crystal Palace, Liverpool 31; Southampton 30; Everton, Watford 29; West Brom 27; Chelsea 25; Bournemouth 24; Norwich 23; Swansea 22; Newcastle 21; Sunderland 18; Aston Villa 12

Marcatori:
Lukaku (Everton), Vardy (Leicester) 15; Ighalo (Watford), Mahrez (Leicester) 13; Giroud (Arsenal), Kane (Tottenham) 12; Aguero (Manchester City) 10; Defoe (Sunderland), Wijnaldum (Newcastle) 9; Arnautovic (Stoke), Ayew (Swansea), Diego Costa (Chelsea) 7

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy