Premier League 21/a giornata: il Leicester di Ranieri riaggancia l’Arsenal, City solo pari

Premier League 21/a giornata: il Leicester di Ranieri riaggancia l’Arsenal, City solo pari

Vittoria di peso delle Foxes in casa del Tottenham, pari tra Liverpool ed Arsenal; fermato sul pari a reti inviolate il City contro l’Everton, si allunga la striscia di vittorie per il West Ham che sconfigge il Bournemouth di Iturbe. Pari per lo United così come per il Chelsea, in coda il Sunderland prova a svincolarsi dalla zona salvezza con la seconda vittoria consecutiva

di G. Giammusso

Il Liverpool gioca da grande in casa, mettendo più volte in difficoltà la capolista Arsenal con una trama veloce ed avvolgente; in uno dei match più belli della stagione finisce 3-3 ma molte altre sono le emozioni che non hanno visto concretizzazione in rete. Doppietta di Firmino da una parte, su due pregevoli realizzazioni, e goal al 90’ di Allen in rimonta per i Reds, doppietta da bomber vero di Giroud (una rete di testa una con girata in area da centravanti di razza) ed apertura di Ramsey per i Gunners, queste le tante marcature occorse nel match. Un Leicester corsaro espugna il White Hart Lane e si riprende la testa della classifica: in un match giocato sostanzialmente di rimessa, contro un Tottenham che creava gioco fino a centrare una traversa con il bomber Harry Kane, la compagine di Ranieri riesce nel finale a beffare gli Spurs con una realizzazione di testa ben calibrata all’incrocio dei pali da parte di Huth all’83’, a Londra finisce 0-1, Arsenal e Leicester dominano appaiate la classifica a 43 punti.

Partita a reti inviolate tra City ed Everton, ci si aspettava tanto dal confronto dei bomber Aguero-Lukaku, alla fine a mettersi in luce sono i rispettivi portieri Hart e Howard, forse il City avrebbe meritato qualcosa in più, nel finale recrimina per un rigore che forse si sarebbe potuto dare, il match termina comunque 0-0 ed ora i Citizens sono a 3 punti dalla vetta, mentre per l’Everton è ancora lunga la scalata per l’Europa. Terza vittoria consecutiva ed ottavo risultato utile consecutivo per il West Ham, che vince una bella partita sul campo del Bournemouth per 1-3 dopo essere andato in svantaggio nel primo tempo con la rete di Arter per i padroni di casa; nella ripresa si scatena Payet, realizzando prima una punizione millimetrica all’incrocio dei pali, servendo poi l’assist del vantaggio sui piedi di Valencia. Il giocatore ecuadoriano suggella poi una prestazione incredibile con la seconda realizzazione personale, anch’egli diretto su punizione; nel secondo tempo si vede il nuovo innesto Iturbe, chiamato ad un esordio sfortunato poiché entra in campo con i compagni in vantaggio, ne esce sconfitto.

Tanti goal ed emozioni al St. James Park, dove è andata in scena NewcastleManchester United: i Red Devils si portano in vantaggio di due reti prima con Rooney su rigore, poi con Lingard, accorcia Wijnaldum nel finale di primo tempo; alla ripresa pari delle Magpies firmato Mitrovic su rigore, capitan Rooney porta nuovamente in vantaggio la propria compagine con una gran botta da fuori, arriva al 90’ il goal beffa di Dummet che chiude il match in parità: 3-3. Segnali confortanti per la squadra di Manchester visto che il gioco sta tornando, ma ancora troppe indecisioni in fase difensiva, Rooney sembra stare vivendo una nuova giovinezza.

Vince per 3-1, reti tutte nella ripresa, lo Stoke in casa contro il Norwich: apre Walters, pareggia Howson, Joselu porta nuovamente in vantaggio i Potters, chiude il match l’autorete di Bennet, finisce 3-1 e lo Stoke si porta a soli 3 punti dalla zona europea. In netto calo il Crystal Palace che cede il passo addirittura al fanalino di coda Aston Villa, che torna alla vittoria per la seconda volta in questo campionato: a Birmingham è Lescott il match-winner per l’1-0 finale, primo tassello di una difficilissima risalita per i Villans, la penultima è all’abissale distanza di 7 punti. Ha perso smalto anche il Watford, costretto ad incassare la terza sconfitta consecutiva: un goal per tempo per il Southampton di Koeman, che in casa liquida le Hornets di Pozzo per 2-0, Long nel primo tempo, Tadic nel secondo.

Un altro pari in casa Chelsea contro il West Brom, la cura Hiddink non ha risolto tutti i problemi soprattutto legati alle disattenzioni difensive: doppio vantaggio e doppia rimonta, prima Azpilicueta che già aveva segnato una delle sue rare reti al WBA in passato, pareggia Gardner e finisce il primo tempo. Nuovo vantaggio Chelsea su sfortunata autorete di McAuley su assist teso di Willian, all’86’ è McClean a pareggiare un’emozionante partita per gli ospiti, è 2-2.

Conclude il riepilogo di giornata lo scontro salvezza tra Swansea e Sunderland, quest’ultima dopo aver liquidato la diretta avversaria Aston Villa nel corso dell’ultima giornata, batte stavolta fuori casa i cigni gallesi: vantaggio per i Black Cats con rete di Defoe, Sigurdsson su rigore e Ayew ribaltano il risultato in favore dei padroni di casa, che perdono però Naughton espulso; nel corso della ripresa ancora tante emozioni, prima il pari con Van Aanholt, poi si scatena Defoe che realizza altre due reti per la tripletta personale che sigilla il 2-4 finale. Sembra stare vivendo una seconda giovinezza il trentatreenne inglese ex Tottenham, se il Sunderland riuscirà nell’impresa salvezza ciò passerà senz’altro per i suoi goal.

Premier League 21/a giornata:
Aston Villa – Crystal Palace 1-0
Bournemouth – West Ham 1-3
Newcastle – Manchester United 3-3
Chelsea – West Brom 2-2
Manchester City – Everton 0-0
Southampton – Watford 2-0
Stoke – Norwich 3-1
Swansea – Sunderland 2-4
Liverpool – Arsenal 2-2
Tottenham – Leicester 0-1

Classifica:
Arsenal, Leicester 43; Manchester City 40; Tottenham 36; West Ham 35; Manchester United 34; Stoke 32; Crystal Palace, Liverpool 31; Watford 29; Everton 28; Southampton, West Brom 27; Chelsea 24; Norwich 23; Bournemouth 21; Swansea 19; Sunderland, Newcastle 18; Aston Villa 11

Marcatori:
Lukaku (Everton), Vardy (Leicester) 15; Ighalo (Watford), Mahrez (Leicester) 13; Giroud (Arsenal) 12; Kane (Tottenham) 11; Defoe (Sunderland) 9; Aguero (Manchester City), Wijnaldum (Newcastle) 8; Arnautovic (Stoke), Ayew (Swansea) 7

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy