Premier League 11/a giornata: Liverpool in solitaria, insegue Conte

Premier League 11/a giornata: Liverpool in solitaria, insegue Conte

Vittoria e prima posizione per il Liverpool di Klopp, il Chelsea di Conte supera in un colpo solo City ed Arsenal, che insieme al Tottenham non vanno oltre al pareggio. Torna alla Vittoria lo United, in coda punti pesanti per Hull e Sunderland

di G. Giammusso

Vola in vetta il Liverpool a suon di goal, ben 6 ai danni di un Watford che appare quasi impotente di fronte alla qualità di gioco espressa dalla squadra di Klopp: Mane, Coutinho e Can chiudono già la partita nel primo tempo; nella ripresa Firmino ed ancora Mane, accorcia Janmaat per gli ospiti, il sigillo finale è di Wijnaldum per il 6-1 che lancia i Reds a 26 punti in vetta alla Premier League. I giocatori del Liverpool sembrano trovarsi alla perfezione, la trama di gioco è fluida ed elegante, sembra proprio che il massimo campionato inglese abbia trovato la squadra che guiderà nelle prossime settimane un campionato comunque combattutissimo.

A rimorchio subito dietro troviamo il Chelsea, che annulla sotto ogni punto di vista l’Everton, 5-0 che non ammette repliche, i goal di Hazard, Alonso e Diego costa nel primo tempo, dilagano ancora Hazard e Pedrola squadra di Conte ha limato le sbavature di inizio campionato, concede quasi nulla in difesa che ancora una volta viene mantenuta inviolata, e si candida per la lotta verso la vittoria. Torna in crisi di punti il City, che pure era passato in vantaggio in casa contro il Middlesbrough con un assist perfetto di De Bruyne capitalizzato dal solito Aguero; nei minuti di recupero il terzino sinistro Friend scodella in area un cross teso, interviene da dietro De Roon (gioiellino olandese ex Atalanta) che deposita in rete il pallone dell’1-1 definitivo.

E’ indubbio però che il vero match della giornata sia il North London derby: passa in vantaggio l’Arsenal, su un incredibile autogoal di Wimmer che, nel tentativo di spazzare via il pallone su un cross teso, finisce per indirizzare il pallone sotto l’incrocio dei pali, battendo uno Lloris sorpreso. Nella ripresa pareggia subito il Tottenham: atterramento in area di Dembelè, l’arbitro decreta la massima punizione; si porta sul pallone bomber Harry Kane, che freddamente non sbaglia: 1-1 che resterà il risultato definitivo, partita intricata per ambedue le compagini, che però perdono lungo il cammino dei punti pesanti che finiscono per favorire Liverpool e Chelsea nella volata scudetto.

Torna alla vittoria dopo ben 4 giornate di digiuno il Manchester United, in casa dello Swansea sembra tutto filare per il verso giusto: Pogba realizza un goal fantastico, di quelli che ci si aspetta da un campione del suo calibro, raccogliendo al limite dell’area una ribattuta della difesa e colpendo con una gran botta al volo. Poco dopo due goal simili: Rooney raccoglie, serve Ibrahimovic che riesce così a realizzare una personale doppietta. Accorcia nella ripresa Van Der Hoorn, ma la partita è dello United che porta a casa i 3 punti con l’1-3 definitivo: ora nel prossimo turno, dopo la pausa, affronterà l’Arsenal in un match che già si preannuncia frizzante. Altra vittoria casalinga per il Burnley, dopo quella con l’Everton arriva quella con il Crystal Palace: nel primo tempo Vokes e Gudmundsson fanno sembrare tutto facile, ma i Claret si fanno riagganciare con Wickham prima e Benteke su rigore poi; nel finale goal liberatorio per i padroni di casa, fraseggio tra Gudmundsson e Barnes, alla fine l’islandese mette un assist al bacio che l’attaccante inglese naturalizzato austriaco può solo depositare in rete, 3-2 e punti pesantissimi che proiettano la squadra in nona posizione.

Seconda sconfitta consecutiva per il Southampton, in casa dell’Hull illude Austin che porta in vantaggio gli ospiti, nella ripresa 1-2 micidiale di Snodgrass e Dawson, le Tigers ribaltano il risultato e si portano a 10 punti, la salvezza sembra ora più raggiungibile. Punti pesanti per il WBA, che in casa del Leicester campione d’Inghilterra in carica va in vantaggio con Morrison, pareggiato subito da Slimani; è Philips a realizzare la rete definitiva, 1-2 e WBA a metà classifica. Pari tra West Ham e Stoke, in casa degli Hammers è Whelan a rendersi protagonista in negativo con una autorete, rimedia Bojan Krcic per lo Stoke, il match termina 1-1.

Punti d’oro per il Sunderland fanalino di coda, alla prima vittoria stagionale: in casa del Bournemouth sembra un copione già scritto, vanno infatti in vantaggio i padroni di casa con Gosling; pareggia però poco dopo Anichebe, nel finale è Defoe su rigore a far vincere la partita ai Black Cats, 5 punti sono pochi ma siamo disposti a scommettere che i giocatori proveranno fino alla fine a conquistare la salvezza.

Premier League 11/a giornata:
Bournemouth – Sunderland 1-2
Burnley – Crystal Palace 3-2
Manchester City – Middlesbrough 1-1
West Ham – Stoke 1-1
Chelsea – Everton 5-0
Arsenal – Tottenham 1-1
Hull – Southampton 2-1
Liverpool – Watford 6-1
Swansea – Manchester United 1-3
Leicester – West Brom 1-2

Classifica:
Liverpool 26; Chelsea 25; Manchester City, Arsenal 24; Tottenham 21; Manchester United, Everton 18; Watford 15; Burnley 14; Southampton, West Brom, Stoke 13; Bournemouth, Leicester 12; Middlesbrough, Crystal Palace, West Ham 11; Hull 10; Swansea, Sunderland 5

Marcatori:
Costa (Chelsea) 9; Aguero (Manchester City) 8; Hazard (Chelsea), Lukaku (Everton) 7; Defoe (Sunderland), Ibrahimovic (Manchester United), Mane (Liverpool), Sanchez (Arsenal) 6;  Antonio (West Ham), Austin (Southampton), Coutinho (Liverpool), Firmino (Liverpool), Walcott (Arsenal) 5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy