Inter, Marotta: “Stadio di proprietà asset fondamentale per un club. Conte è un vincente”

Inter, Marotta: “Stadio di proprietà asset fondamentale per un club. Conte è un vincente”

Parla l’amministratore delegato nerazzurro: “Lo abbiamo visto con la Juventus Stadium: dal 2010 quando eravamo al Comunale gli introiti erano sui 6 milioni, ora si viaggia su 50-60”

di Redazione, @forzaroma

Lo stadio è un asset patrimoniale fondamentale. Lo stadio deve avere certe caratteristiche: senso di ospitalità, debellare la violenza, senso di appartenenza perché i tifosi si devono sentire nella loro casa. E tutto questo porta anche ad un aumento di ricavi. Uno stadio non va vissuto come una cattedrale nel deserto ogni 15 giorni, ma come un’entità dove vivere la socialità tutti i giorni. Questo garantisce un introito fondamentale“, parola di Beppe Marotta. Questa mattina l’amministratore delegato dell’Inter è intervenuto ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport‘ per ribadire ancora una volta l’importanza di uno stadio di proprietà per la competitività di un club: “Lo abbiamo visto con la Juventus Stadium, dal 2010 quando eravamo al Comunale e gli introiti erano sui 6 milioni, ora si viaggia su 50-60, questo sottolinea come gli introiti da stadio siano una voce importante e rilevante“.

Inevitabile un commento su Conte, accostato sia all’Inter che alla Roma: “Le voci su Conte? Sono una conseguenza del fatto che è libero e che rappresenta un profilo di allenatore vincente; ho lavorato con lui e rappresenta la personalità di un allenatore che nel calcio moderno si inserisce in maniera molto forte. Ha dimostrato di vincere con la Juve e col Chelsea ed è normale che venga accostato a una società. Sottolineo di nuovo come Spalletti ha dimostrato una struttura di squadra sempre in crescita, noi abbiamo Spalletti che a pieno merito è allenatore dell’Inter ed è giusto elogiarlo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy