Bundesliga 23/a giornata: Bayern e Dortmund continuano a volare. L’Herta torna a vincere

Bundesliga 23/a giornata: Bayern e Dortmund continuano a volare. L’Herta torna a vincere

Bavaresi e gialloneri continuano a fare un campionato a se stante inanellando vittorie e dominando la Bundesliga . L’Herta rimane primo tra gli “umani” tornando a vincere

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

Archiviata l’andata degli ottavi di finale di Champions League, ed il beffardo 2-2 con la Juventus, il Bayern è tornato alla consueta routine in campionato, superando 2-0 il Wolfsburg in trasferta. Per piegare un avversario in grande crisi (solo una vittoria nelle ultime sei partite) sono bastate una rete di Koman al 66’ ed una zampata da bomber di razza di Lewandowski al 72’. La ventesima vittoria in ventitrè turni rende il ruolino di marcia degli uomini di Guardiola in questa Bundesliga ancor più impressionante, ma non produce effetti sul distacco in classifica con la più tenacie rivale. Il Borussia Dortmund, infatti, rimane a otto lunghezze dai bavaresi grazie alla vittoria in rimonta per 3-1 sull’Hoffenheim. Stavolta i gialloneri hanno davvero rischiato di frenare la propria corsa: i padroni di casa si erano portati in vantaggio al 25’ con un tocco sotto misura di Rudy su una corta respinta del portiere Burki a seguito di una violenta conclusione di Volland dal limite dell’area. Per raddrizzare la situazione ci sono voluti gli ultimi dieci minuiti di gioco, quando gli uomini di Tuchel, sono andati a segno tre volte (80’Mkhitaryan, 85’ Ramos, 92’Aubameyang) stroncando i sogni di gloria di un avversario che aveva difeso strenuamente l’1-0, nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Rudy al 52’.

Il resto del campionato si muove con tutt’altro passo e necessità di un “binocolo” per intravedere in lontananza le prime due. La terza piazza resta ancora nelle mani dell’Herta Berlino, che in questa 23/a giornata è tornato alla vittoria dopo più di due mesi. Il successo di misura sul campo del Colonia è un vero toccasana per i berlinesi, che, marciando con il freno a mano tirato,stavano cominciando a sentire il fiato delle avversarie per la corsa Champions sul collo. La rete di Ibisevic al 43’ è valsa tre punti preziosissimi per alimentare il sogno europeo, obiettivo che ad inizio stagione sembrava un miraggio per una squadra che l’anno passato aveva dovuto attendere il fischio finale dell’ultima giornata di campionato per avere la certezza di restare in Bundesliga. Il peso del successo dell’Herta diventa più evidente dando uno sguardo ai risultati delle avversarie: il Moenchengladbach ha pareggiato 2-2 in casa dell’Augsburg, il Leverkusen ha perso 3-1 sul campo del Mainz, mentre lo Schalke non è riuscito ad andare oltre l’1-1 nella trasferta a Francoforte contro l’Eintracht.

A centro classifica Ingolstadt ed Amburgo si sono spartite la posta pareggiando 1-1. In coda la situazione è in continua evoluzione. In questo turno si deve registrare il ritorno alla vittoria dell’Hannover, che sembrava spacciato fino a sette giorni fa. Con i tre punti conquistati grazie al 2-1 in trasferta allo Stoccarda, i sassoni restano il fanalino di coda della classifica, ma rimangono aggrappati al filo della speranza, sebbene sia ancora piuttosto flebile. Chiude il quadro del turno il pareggio per 2-2 tra Werder Brema e Darmstadt.

Bundesliga 23/a giornata

Colonia-H.Berlino 0-1
W.Brema-Darmstadt 2-2
Stoccarda-Hannover 1-2
Augsburg-B.Moenchengladbach 2-2
B.Dortmund-Hoffenheim 3-1
Wolfsburg-B.Monaco 0-2
Amburgo-Ingolstadt 1-1
Mainz-B.Leverkusen 3-1
E.Francoforte-Schalke 0-0

Classifica Bundesliga

B.Monaco 62; B.Dortmund 54; H.Berlino 39; B.Moenchengladbach e Mainz 36; B.Leverkusen e Schalke 35; Wolfsburg 31; Ingolstadt 30; Colonia 29; Amburgo e Stoccarda 28; Augsburg e Darmastadt 25; Francoforte 23; W.Brema 21; Hoffenheim 18; Hannover 17.

Marcatori Bundesliga

Lewandowski (B.Monaco) 23; Aubameyang (B.Dortmund) 22; Mueller (B.Monaco) 17; J.Hernandez (B.Leverkusen) 14; A.Meier (E.Francoforte) 12.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy