Zaniolo protagonista, ma il rinnovo slitta a giugno. Stadio Roma, domani giornata decisiva

Zaniolo protagonista, ma il rinnovo slitta a giugno. Stadio Roma, domani giornata decisiva

Il giovane talento è sempre più l’idolo dei tifosi: la firma fino al 2024 sembrava ad un passo, ora è stata rimandata a fine stagione. Di Francesco a Francoforte. Domani mattina la conferenza della Raggi per svelare il parere del Politecnico di Torino

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

La Roma torna a sorridere. Dopo il brutto 7 a 1 di Firenze, ieri sera i giallorossi sono riusciti a strappare un punto nella sfida Champions contro il Milan, dimostrando di essere ancora in vita e in lotta per un quarto posto sempre più importanti. Due i protagonisti assoluti del match: Daniele De Rossi e Nicolò Zaniolo. Il capitano è tornato in campo da titolare dopo più di 3 mesi e, come se il tempo si fosse improvvisamente fermato, ha preso in mano la squadra dettando ritmi e dando istruzioni, comportandosi come quel “mister in campo” che auspicava lo stesso Di Francesco.

IL FUTURO DI ZANIOLO – Capitolo a parte merita Nicolò Zaniolo. Il giovane talento classe 1999 è ormai sulla bocca di tutti grazie ai suoi gol e alle sue prestazioni. Dallo stage della Nazionale il c.t. Mancini lo elogia (“Ha avuto una crescita velocissima e imprevedibile, se gioca con la Roma e in Champions può giocare anche noi”) e Quagliarella lo approva (“Lui e Chiesa mi piacciono tantissimo”), mentre a Roma non si parla d’altro che del suo rinnovo di contratto. La firma fino al 2024 con aumento dell’ingaggio fino a 1,2 milioni di euro a stagione più bonus sembrava ormai ad un passo, ma ora le cose sembrano essere cambiate: la Roma, d’accordo con la famiglia e il giocatore stesso, ha deciso di rinviare e fissare l’appuntamento decisivo a giugno per non forzare i tempi.

ROMA A TRIGORIA, DI FRANCESCO A FRANCOFORTE – Intanto, mentre Zaniolo è a Coverciano per lo stage della Nazionale insieme a Florenzi, Lorenzo Pellegrini, Cristante ed El Shaarawy, a Trigoria la Roma è tornata ad allenarsi per cominciare a preparare la prossima sfida di campionato contro il Chievo Verona, in programma venerdì 8 febbraio. Seduta di scarico per chi ha giocato ieri, normale allenamento per gli altri, mentre Under, Jesus e Perotti hanno svolto lavoro individuale. Oltre ai 5 azzurri, assente anche mister Di Francesco, volato a Francoforte per il meeting organizzato dall’Uefa per riunire i 16 allenatori delle squadre impegnate negli ottavi di Champions League. A proposito di Champions: la gara di andata col Porto – in programma il 12 febbraio all’Olimpico – si avvicina sempre di più e, al momento, i biglietti venduti sono oltre 40mila. Nessuna corsa al botteghino, ma nei prossimi giorni sia Di Francesco sia i giocatori proveranno sicuramente a chiedere un aiuto ai tifosi nella delicata sfida di Champions.

STADIO E NON SOLO – Domani sarà un giorno importante per il futuro dello stadio della Roma: la sindaca Virginia Raggi ha convocato per le 10.30 una conferenza stampa per presentare la relazione del Politecnico di Torino sui flussi di traffico relativi all’area di Tor di Valle dove dovrebbe sorgere l’impianto. Insieme a lei ci sarà anche il professor Bruno Dalla Chiara, che ha lavorato alla redazione del parere. Oggi, intanto, a via del Tritone si è riunita la commissione trasparenza. Il presidente Palumbo ha tuonato contro i Cinque Stelle: “Non è mai successo che fosse attuata la negazione degli atti, più volte richiesti. Dello stesso parere anche Pelonzi del PD: “È possibile fare una comunicazione sul progetto dello stadio in quel modo, con una conferenza stampa, senza alcun controllo preventivo e senza aver fornito gli atti nemmeno alla commissione trasparenza, quando parliamo di una società come la Roma, quotata in Borsa, influenzandone l’andamento? La ritengo un’ipotesi di reato”. Chiosa con una notizia amara per la Roma Primavera: William Bianda ha riportato un infortunio al ginocchio destro, mercoledì il francese si sottoporrà a un intervento di artroscopia per una diagnosi più precisa. Sin da ora, però, è possibile escludere la rottura del crociato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy