Zaniolo c’è: “Oltre al talento serve la testa”. Totti nella Hall of Fame del calcio italiano

Zaniolo c’è: “Oltre al talento serve la testa”. Totti nella Hall of Fame del calcio italiano

Roma a Trigoria per cominciare a preparare la prossima sfida contro il Frosinone. Il giovane talento classe 1999 è sulla bocca di tutti: gli sponsor lo vogliono, Lippi lo celebra, i tifosi lo difendono da ‘Le Iene’. Manolas e Florenzi entrano in diffida

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

Il passo indietro col Bologna si è notato, ma alla fine contava soltanto una cosa: la vittoria. Grazie ai 3 punti conquistati ieri sera, la Roma è rimasta lì, sulla scia di Inter e Milan, pronta a lottare per il quarto posto fino alla fine. La prossima tappa sarà già sabato, quando i giallorossi scenderanno sul campo del Frosinone. Nel pomeriggio la squadra è tornata ad allenarsi a Trigoria: seduta di scarico per chi ha giocato ieri, normale allenamento per tutti gli altri, Perotti incluso. Dopo l’ennesimo stop, l’argentino è pronto a tornare in campo proprio contro i ciociari. Ancora lavoro individuale per Under, terapie per Schick e Karsdorp.

ZANIOLO E LE IENE – L’uomo del momento in casa Roma resta sempre lui: Nicolò Zaniolo. Mentre gli sponsor fanno a gara per accaparrarselo, continua a far discutere il servizio de ‘Le Iene’ sul giallorosso e sulla madre Francesca Costa. Nella notte la curva Sud si è schierata col calciatore appendendo uno striscione a Campo Testaccio: “Fate tanta moralità, ma il rispetto dove sta? Più che iena, sciacallo!”. Un chiaro riferimento a Nicolò De Devitiis, l’autore del servizio. Poche ore più tardi, ‘Le Iene’ sono tornate sull’argomento. Chi si aspettava delle scuse è rimasto deluso: “Un mega abbraccio al nostro Nicolò De Devitiis che è stato addirittura minacciato per il servizio al campione della Roma Zaniolo. E noi de Le Iene facciamo sempre domande un po’ cazzone, ma con ironia!”. Quando la toppa è peggio del buco. Tornando al campo, oggi anche Marcello Lippi si è soffermato su Zaniolo: “È impressionante, mai visto uno così a 19 anni”. Intanto, da parte sua, Zaniolo conferma ancora una volta di essere un ragazzo con la testa sulle spalle: “Devo essere bravo a tenere i piedi per terra e continuare così. Il talento non è tutto. Sicuramente è una gran parte, ma poi serve anche la testa e l’allenamento“.

TOTTI NELLA HALL OF FAME ITALIANA – Mentre Zaniolo continua a impressionare gli addetti ai lavori, c’è una bandiera della Roma che invece continua a conquistare riconoscimenti. Si tratta di Francesco Totti, ufficialmente pronto ad entrare nella Hall of Fame del calcio italiano. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo maggio a Firenze, mentre tornando a Roma, è pronta l’inaugurazione ufficiale della sede dell’Eur della società giallorossa: l’appuntamento è fissato per venerdì alle 18.30. Chiosa con le decisioni del Giudice sportivo (Manolas e Florenzi entrano in diffida, alla prossima ammonizione saranno squalificati) e con Kluivert. Il giovane olandese – sesto nella classifica del CIES sui giovani calciatori più esperti nati nel 1999 – continua a vivere una stagione con più ombre che luci. A fine anno potrebbe lasciare Trigoria in prestito: il Betis Siviglia è sulle sue tracce. La speranza, però, è sempre una: vederlo sbocciare con la maglia giallorossa, proprio come sta facendo il suo coetaneo Zaniolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy