Venom contagia la Roma: ecco i 5 segreti della mutazione

Venom contagia la Roma: ecco i 5 segreti della mutazione

Dal modulo ritrovato al “nuovo” Pellegrini: tutti i passi di una squadra che in una settimana si è trasformata

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8

VENOM

Venom – l’antieroe concepito negli anni ’80 da David Michelinie e Todd Mc Farlane -aveva già contagiato la Roma a inizio stagione, ma solo per finta. Nello spot girato a Trigoria da alcuni giocatori giallorossi, infatti, ognuno aveva il proprio Venom interiore che invadeva l’animo umano prima di ogni sfida importante. In un’atmosfera sospesa tra mondo reale e immaginario, lo spot metteva in primo piano la concentrazione e l’adrenalina necessarie per affrontare una grande occasione. L’avversario più temibile, in questi momenti, è quello che abbiamo dentro. Ma chi cavolo è Venom, l’antagonista di Spiderman scelto dalla Marvel? Una razza parassitaria il cui scopo è creare il sacro legame che li unirà ad un altro essere vivente, generando un ibrido più forte e resistente. Il cameo di Totti concludeva lo spot annunciando che il momento della prova era finalmente arrivato.  Evidentemente però qualcosa era andato storto, così la trasformazione da buono a cattivo (o per dirla alla romana da fregnone e paravento) ha tardato la sua uscita nei cinema. Ecco il film sarà nelle sale domani, ma la Roma ha anticipato la trasformazione da mercoledì scorso quando da squadra troppo brutta per essere vera (vedi Bologna) è diventato un gruppo affiatato, cattivo, spietato. Come e quando è avvenuta questa trasformazione?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy