Under Pressure sotto la pioggia. Eusebio non molla un centimetro

Under Pressure sotto la pioggia. Eusebio non molla un centimetro

“Capisci solo il turco”, rimprovera DiFra a Cengiz. Intanto Schick sembra davvero un altro: schiena dritta, sguardo non più spaesato. Pastore per palati fini

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8

All’ottavo giorno arrivò la pioggia. Poca, almeno all’inizio. E a tratti pure benedetta vista l’afa. Pioggia che bagna il Campo Testaccio e che scorre sulle spalle regali di Schick e sui piedi morbidi di Pastore. Loro due, più di altri, oggi hanno rubato l’occhio dei pochi giornalisti annoiati in tribuna. Patrik sembra davvero un altro: schiena dritta, sguardo non più spaesato, consapevolezza di mezzi indiscutibili. Javier negli scambi corti pre-partitella ha mostrato un tocco di prima da palati fini. Ah, c’eravamo dimenticati la meticolosità di Eusebio. Il tecnico a mezz’ora dalla fine ha fatto svolgere un esercizio orientato all’uscita della palla in situazione di pressione avversaria. Tra un “bravo” a Florenzi, un “capisci solo il turco” a Under e un “ma a chi la dai” a Luca Pellegrini, Di Fra non ha mollato un maledetto centimetro: “Orizzontale, scarico, verticale. Non mi fate vedere altro!”. Poi indirizza Kluivert col joypad: “Justin”. E indica con la mano dove deve mettersi prima di dirgli un “good”. Chi molla spesso l’avversario è Bianda, il ragazzo ha ancora tanto, tanto da lavorare. Poi ecco l’acquazzone proprio mentre Cr7 si presenta ai suoi nuovi tifosi, ma nessuno si ferma. Non a Trigoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy