Totti-Roma, il matrimonio continua: “Sarò dirigente”. Fazio attende rinforzi

Totti-Roma, il matrimonio continua: “Sarò dirigente”. Fazio attende rinforzi

L’annuncio dello storico capitano giallorosso: “Inizia una nuova fase della mia vita, ora mi serve tempo per capire che ruolo mi si addice di più”. L’argentino: “Chi entrerà sarà forte come Ruediger”. Piace Barreca

Ora è davvero ufficiale: Francesco Totti sarà un nuovo dirigente della Roma. Ad annunciarlo è stato proprio lui, intervenendo per la prima volta ai microfoni della tv ufficiale del club dopo l’addio al calcio giocato dello scorso 28 maggio: “È finita la prima parte della mia vita da calciatore, ora ne inizia una più importante da dirigente della Roma”.

TOTTI DIRIGENTE – Francesco rompe un silenzio lungo più di un mese e mezzo. Ora non c’è più nessun dubbio, se non sul ruolo che andrà a ricoprire all’interno della dirigenza giallorossa: “Mi sono preso del tempo per riflettere, altro tempo mi servirà per capire che ruolo mi si addice di più. Sei mesi, un anno, forse due. Mi metterò a disposizione di tutti, dal settore giovanile fino al presidente. Inizio un nuovo lavoro, entro in punta di piedi. In questo momento voglio essere tutto e niente, ma avendo tanta esperienza calcistica ho possibilità di dare una grande mano”. Nonostante le lusinghe provenienti dall’estero, a convincerlo definitivamente è stato Monchi: “Con il ds ho fatto una bellissima chiacchierata, avremo tempo e modo per conoscerci meglio. Poi ho parlato con Pallotta. Ci siamo chiariti, cercheremo di portare la Roma più in alto possibile”. Anche perché, come diceva a chiare lettere la curva Sud quel 28 maggio, Totti è la Roma e lui lo sa bene: “Chiamatemi Francesco, come sempre. Francesco AS Roma”.

LA ROMA NEGLI STATES. PARLA FAZIO – Nel frattempo la squadra è dall’altra parte dell’oceano e continua a lavorare sui campi dell’Eastern Michigan University poco distante da Detroit, dove il 19 luglio affronterà il PSG per la prima partita dell’International Champions Cup. Nel primo allenamento della giornata – seguito anche da un elicottero della Fox – mister Di Francesco si è focalizzato sul lavoro atletico e tattico, in particolare per i difensori. E proprio uno di questi, Federico Fazio, ha parlato al termine della seduta: “Ruediger è un giocatore molto importante, ma chi entrerà al suo posto lo sarà ugualmente. Per ora è arrivato Moreno: è un buon calciatore, ha una bella carriera alle spalle. Ora dobbiamo imparare a conoscere il mister e il suo staff. Giocare in una difesa a 3 o a 4 per me è uguale. L’obiettivo della prossima stagione è sempre lo stesso. Scudetto? Lo scorso anno non ci siamo arrivati vicini per poco”.

CALCIOMERCATO – In attesa dell’ufficialità del rinnovo di Nainggolan (mancano solo i dettagli, nei prossimi giorni a Boston ci sarà l’annuncio), Monchi è al lavoro per dare nuovi rinforzi alla Roma. Defrel è sempre più vicino ai giallorossi – potrebbe raggiungere i suoi nuovi compagni già in America -, mentre il sogno si chiama Riyad Mahrez. In Inghilterra sono convinti che l’algerino sia disposto a tagliarsi lo stipendio per salutare il Leicester ed approdare a Trigoria. La trattativa non è semplice, ma sicuramente ora non si tratta più soltanto di una suggestione. Intanto Monchi è in pressing su Barreca del Torino e incontra Marotta che vuole portare Manolas alla Juventus. Lo spagnolo, però, spara alto: servono almeno 40 milioni per far partire il difensore greco.

UNDER INCONTRA TOTTI – Torniamo per un attimo a Francesco Totti. Oggi il nuovo dirigente della Roma era a Trigoria e ha avuto modo di incontrare sia Morgan De Sanctische presto farà ufficialmente ritorno nella società giallorossa – che il nuovo acquisto Cengiz Under. Alla vista dello storico capitano romanista, il giovane talento turco – a Trigoria per allenarsi in attesa del visto per gli States – non se l’è fatto ripetere due volte e si è subito messo in posa per una foto insieme a lui da pubblicare sui social. Il commento? Semplice e diretto: “Leggenda”. E da un altro campione arrivano parole importanti per Under: “Presto il tuo nome risuonerà sulle tribune dello stadio, non ho dubbi”. Firmato Arda Turan. Non proprio uno qualsiasi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy