Sulla Roma rispuntano i cinesi. Alla finestra c’è il gruppo Evergrande

Sulla società di Pallotta ha puntato i fari il colosso immobiliare cinese, sulla scia di Suning e Sino-Europe

La Serie A continua a fare gola agli investitori cinesi. Così, dopo l’Inter passata a Suning e il Milan in attesa di chiudere con Sino-Europe, adesso è il turno della Roma. Come riporta MF-Milano Finanza, il colosso immobiliare Evergrande, già co-proprietario dell’Evergrande Taobao di Guangzhou, il club più forte della Repubblica Popolare, sarebbe interessato all Roma. Il gruppo cinese sarebbe disposto ad acquisire il 20% del club giallorosso, la metà quindi di quanto la Raptor di James Pallotta starebbe valutando di mettere in vendita, secondo quanto riportato ieri da Bloomberg. Dalla A.S. Roma, però, è arrivata una smentita riguardo queste indiscrezioni. In una nota, infatti, Pallotta afferma di aver smentito allo stesso giornalista “la circostanza di essere alla ricerca di nuovi investitori nel club, pur ricevendo periodicamente manifestazioni d’interesse da parte della comunità finanziaria internazione”. Non è comunque la prima volta che rumors simili circolano attorno alla Roma. Si era fatto il nome del conglomerato Fosun e in seguito si era individuato il nuovo partner nel gruppo HNA. Ipotesi mai concretizzate. D’altra parte la squadra capitolina gode di un buon seguito in Oriente e l’operazione rientrerebbe nell’avanzata del calcio continentale intrapresa dagli imprenditori cinesi che, diversificando i propri investimenti, vogliono agganciarsi al progetto del governo cinese che ha come fine quello di far diventare la Cina una potenza calcistica entro 15 anni. MF-Milano Finanza afferma che sarebbero stati selezionati degli advisor: si fanno i nomi di Goldman Sachs e Morgan Stanley. Intanto la Roma continua a muoversi per il nuovo stadio. Pallotta prenderà contatto con la società di assicurazioni Aeg per quanto riguarda la parte infrastrutturale dell’impianto che sorgerà a Tor di Valle. Il presidente è in cerca di sponsor per il nuovo impianto e si stanno sondando i possibili partner strategici per sostenere il costo di 300 milioni del progetto stadio. “La ricerca di nuovo capitale ci sarà però una volta che il progetto avrà ottenuto l’approvazione finale, sia internamente che esternamente all’attuale compagine proprietaria”, ha specificato il presidente. Pallotta sta inoltre cercando un title sponsor per lo stadio e un main sponsor per il club. Ad oggi ha incontrato i manager di Microsoft Italia e della casa automobilistica Kia, ma uno degli obiettivi sarebbe arrivare a Samsung.

(A. Montanari/A. Pira)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy