Stadio Roma, Ferrara (M5S): “Cultura, treni nuovi e posti di lavoro: raggiunto un grande obiettivo”

Stadio Roma, Ferrara (M5S): “Cultura, treni nuovi e posti di lavoro: raggiunto un grande obiettivo”

Il capogruppo capitolino del Movimento: “Manca ancora qualche passaggio, ma è un progetto voluto da tutti e non ci sarà nessun problema. Siamo in dirittura d’arrivo”

Il capogruppo capitolino del Movimento 5 Stelle Paolo Ferrara è intervenuto telefonicamente sull’emittente Radio Radio per commentare l’approvazione da parte della Conferenza dei Servizi del progetto Stadio della Roma. Queste le sue parole: “Oggi è veramente una bella giornata, perché Roma avrà il suo stadio. Uno stadio fatto bene, che ha previsto un iter importante. Abbiamo voluto dare un segnale alla città cambiando il progetto. Siamo orgogliosi di aver raggiunto un obiettivo importante come questo. Manca ancora qualche passaggio, ma è un progetto voluto da tutti e non ci sarà nessun problema. Siamo in dirittura d’arrivo”. 

Erano necessario tutti questi stop?
“Credo siano stati importanti. Tutti gli enti hanno votato in modo favorevole il progetto, l’amministrazione Raggi ha dimostrato come si governa una città. Abbiamo raggiunto un obiettivo. Ci saranno quattromila posti di lavoro, ci saranno teatri e musei e posti di divertimento. Il trenino da Ostia a Roma sarà nuovo, e questo ci inorgoglisce”.

 

Pallotta avrà il suo stadio, non Roma… Siete certi di aver fatto la cosa giusta?
“Abbiamo fatto la cosa giusta nel momento in cui abbiamo voluto cambiare il progetto. Lo stadio sarà green, con una certificazione che nessuno ha in Italia e prevede un impatto ambientale differente. Ci sono tutti i presupposti per dire che abbiamo fatto bene”. 

Infrastrutture e trasporti? Come si viaggerà?
“Abbiamo chiesto di investire 50 milioni di euro, di mettere più treni. Arriveranno treni nuovi comprati dal proponente, perché il Comune non sborserà un centesimo per il progetto. Ieri la Conferenza dei Servizi ha approvato tutto quello che noi abbiamo proposto, ha messo delle prescrizioni totalmente risolvibili. Ci sono tutte le opere necessarie all’interno del progetto. Tutti gli stadi hanno portato posti di lavoro, le Olimpiadi invece avrebbero creato un debito sulla città di Roma”. 

Il Codacons ha ancora dubbi.
“Noi crediamo non ci siano dubbi, ognuno dice la sua qui. Oggi dobbiamo concentrarsi sul fatto che quest’opera dopo vent’anni verrà fatta. A volte si cerca anche della visibilità”. 

La Sindaca Raggi è molto soddisfatta per questo nuovo progetto.
“Abbiamo chiesto di destinare degli spazi importanti alla cultura, ai teatri e ai centri di aggregazione per giovani. E abbiamo chiesto di mettere più spazi verdi. Abbiamo chiesto di risolvere il problema degli allagamenti, sarà messo in sicurezza un intero quartiere. Ci sarà il giusto equilibrio di interesse tra i proponenti, i tifosi e la città”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy