Stadio Roma, chiude la pista ciclabile per analisi terreni. La protesta: “Lasciatela aperta”

Stadio Roma, chiude la pista ciclabile per analisi terreni. La protesta: “Lasciatela aperta”

Il presidente di BiciRoma Fausto Bonafaccia ha commentato la chiusura parziale fino al 28 maggio: “Che indagini devono fare sull’argine? Hanno qualcosa da nascondere?”

di Redazione, @forzaroma

La richiesta di autorizzazione per occupare il suolo pubblico lungo la pista ciclabile passante per Tor di Valle, da parte della Eurnova Spa, società di Parnasi, è stata accettata nell’ambito del processo di preparazione alla costruzione dello Stadio della Roma. Da qui la chiusura di un tratto di oltre un chilometro e mezzo (da via dell’Equitazione in direzione via del Cappellaccio). Il commento di Fausto Bonafaccia, presidente dell’associazione BiciRoma, non si è fatto attendere: “Si preannuncia oltre un mese per di chiusura! Ma le indagini le devono fare sull’Argine? Crediamo di no, chiediamo quindi che la pista resti transitabili e  i mezzi a supporto delle indagini da fare sui terreni limitrofi non ci impediscano di fruire di questo bene pubblico. Vergognoso che per fare dei sondaggi sui terreni limitrofi si chiuda la percorribilità della ciclabile. Hanno qualcosa da nascondere?”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy