Salah a rischio derby. Roma senza Curva Sud contro la Lazio: “Tiferemo come fossimo all’Olimpico”

Salah a rischio derby. Roma senza Curva Sud contro la Lazio: “Tiferemo come fossimo all’Olimpico”

Un contrasto di gioco in allenamento e Salah lascia Trigoria con una stampella: Lazio-Roma a rischio. La Curva Sud comunica: “Rinuncia al derby per coerenza”. Capello: “Sarà più equilibrato che mai”

Conto alla rovescia iniziato, mancano 4 giorni al derby Lazio-Roma ed oggi i giallorossi sono tornati ad allenarsi in vista della stracittadina. Dopo un giorno di riposo concesso da Spalletti, la squadra dunque ha svolto una seduta tra palestra e campo, mentre Manolas si è dedicato ad un lavoro individuale, per El Shaarawy solo palestra, e terapie per Florenzi e Paredes. Ma la preoccupazione al momento è intorno alle condizioni di Mohamed Salah: l’egiziano oggi ha subito un trauma alla caviglia destra in occasione di un contrasto di gioco in partitella con Vermaelen durante l’allenamento. Domani sarà visitato, si conoscerà l’entità del suo infortunio e se sarà a disposizione o meno di Spalletti per il derby.

“RINUNCIA AL DERBY PER COERENZA” – Salah dunque in dubbio e qualora non dovesse farcela la sua non sarà l’unica assenza. La Curva Sud infatti non entrerà allo stadio e seguirà il derby lontano dall’Olimpico per la terza volta. “Anche se lontani dagli spalti e dalla nostra casa, la Curva Sud, il derby non sarà mai una partita come le altre. Proprio per questo motivo lo vivremo tutti insieme ancora una volta. L’appuntamento è presso il Centro Sportivo “Academy Qualcio Roma” in viale dei Romanisti (angolo via Palmiro Togliatti) dove davanti ad un maxischermo tiferemo come se fossimo all’Olimpico – si legge sul comunicato . In attesa del risultato del campo una cosa è certa: noi abbiamo già vinto! Chi rinuncia ad un derby per coerenza con i propri principi non perde mai! Avanti Curva Sud, questa battaglia la vinciamo noi! ROMA”. Non sono bastati dunque gli appelli di Totti, De Rossi e Florenzi a far cambiare idea al settore più caldo del tifo giallorosso. Flop biglietti, finora sono stati venduti soltanto 3800 biglietti sul totale di 15mila messi a disposizione per i tifosi della Roma.

CAPELLO, LA ROMA E IL DERBY – “Sarà un derby più che mai equilibrato, sulla carta potenzialmente è più forte la Roma, ma lo spirito della Lazio sembra quella di Eriksson. Per cui è una partita molto difficile, non saprei dare un risultato”. Parola di Fabio Capello che è intervenuto ai microfoni di SkySport. L’ex tecnico della Roma ha parlato del derby, della Lazio di Inzaghi e della sua esperienza sulla panchina giallorossa: “Inzaghi ha fatto passi da gigante e quest’anno sembra avere più in mano la squadra. Qualche problema più di testa ce l’ha Spalletti, deve giocarsela con grande agonismo e tanta intelligenza, se vai solo con l’agonismo la perdi. Deve preparala bene senza perdere la testa. Ad esempio con De Rossi che soffre troppo i derby, la vive come una battaglia. La Roma non deve farsi trasportare solo dall’agonismo. La mia esperienza a Roma? Quando sono arrivato ho fatto un po’ d’ordine. A Roma tu vai, metti ordine e poi l’ordine dura 10 giorni. Dicevo: ‘Perché non continuate a fare quello che avete fatto per dieci giorni?’ La più grande difficoltà di Roma – ha spiegato Capello – è che tu fai le cose però poi non si dà continuità. La più grande soddisfazione è stata quando ho incontrato delle persone che hanno lavorato con me a Roma mi hanno detto ‘Grazie mille, abbiamo imparato molto da lei’. Però Roma resta una città difficile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy