Roma, tra infortuni e mercato: Pellegrini out e Monchi in Belgio prepara i colpi di gennaio

Roma, tra infortuni e mercato: Pellegrini out e Monchi in Belgio prepara i colpi di gennaio

Di Francesco prova intanto a recuperare Fazio, oggi in gruppo durante l’allenamento mattutino, mentre ancora distante sembra il rientro di De Rossi che proverà a esserci per la sfida del 22 dicembre con la Juventus

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

Sabato la Roma torna in campo e i guai per Di Francesco sembrano non finire mai. Per un Fazio che torna ad allenarsi con il gruppo c’è un Lorenzo Pellegrini che si ferma nuovamente. Altro problema muscolare e domani nuovi esami, ma la sfida con il Cagliari resta a forte rischio. Discorso più articolato per Daniele De Rossi, il problema al ginocchio persiste e solo un’operazione potrebbe risolvere definitivamente una situazione che va avanti da inizio stagione. L’obiettivo è provare a recuperare per la gara del 22 dicembre con la Juventus, ma ad oggi resta comunque difficile fare tabelle di marcia. All’Allianz Stadium vorranno esserci anche El Shaarawy e Dzeko, entrambi alle prese con le rispettive terapie per un problema al flessore della coscia. Allenamento tattico e partitella, invece, per il resto della squadra che sabato affronterà il Cagliari alla Sardegna Arena. Domani di nuovo in campo alle 11 per l’allenamento e venerdì fissata alle 12.45 la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco.

MERCATO – Intanto Monchi studia i colpi di gennaio e vola in Belgio per Marin e Cimirot dello Standard Liegi. Quest’ultimo, bosniaco come Dzeko, è sponsorizzato dallo stesso centravanti giallorosso e il diesse spagnolo cercherà di portarlo già nei prossimi mesi nella Capitale con una spesa vicina agli 8-10 milioni di euro. L’unica certezza, ad oggi, è che alla Roma serva un centrocampista. I giallorossi sono molto interessati anche a Traoré dell’Empoli sul quale però sembrerebbe essere arrivato prima Sabatini e la sua Sampdoria. A Trigoria è stato offerto Meitè, ma l’affare è stato bloccato subito perché Monchi starebbe guardando più a profili esteri che già nel nostro campionato. Da tenere sotto controllo anche eventuali occasioni di mercato come Arnautovic del West Ham. Operazione da 25-30 milioni per il centravanti austriaco, nella quale potrebbe addirittura rientrare Dzeko vista la difficoltà sempre più palese di rinnovare il contratto all’ex City. Infine Exequiel Palacios, trequartista del River. Uno dei suoi agenti, Renato Corsi, ha parlato del futuro del suo assistito, seguito da tantissimi club in Europa. “Ci hanno chiamato dall’Inter, dalla Roma, dal Wolfsburg… Sono molti i club sono interessati, ma quello che lo è di più è il Real Madrid – ha dichiarato il procuratore –. A causa della sospensione di River-Boca, i due presidenti non sono stati ancora in grado di parlare. Il Real Madrid ha portato avanti i discorsi, sia con me che con il mio socio. I due club contavano di parlarne ancora dopo la finale, ma visto quello che è successo non ne hanno parlato. Si riaffronterà l’argomento nei prossimi giorni”.

STADIO DELLA ROMA – Fa discutere molto anche quanto succede intorno al futuro impianto giallorosso che dovrebbe sorgere a Tor di Valle. Pecoraro, procuratore della Figc, esprime il suo pensiero sul terreno scelto dai proponenti: “Ho sempre dichiarato che lo stadio non andava fatto in quella maniera. Per me il posto è sbagliato. Ma se non si fa la viabilità e si raddoppiano le corsie della via del Mare non si va da nessuna parte. La prima volta che vennero da me proposero le navette che dall’Eur portavano i tifosi allo stadio. E per i tifosi ospiti le mandavamo al casello? Poi è cambiato il progetto. Ma con una partita di Champions tra Roma e Real si blocca tutto”. In tutto questo prosegue la verifica esterna da parte del Politecnico di Torino degli studi d’impatto effettuati sul progetto dello stadio della Roma come sottolineato dallo stesso assessore all’Urbanistica della Capitale, Luca Montuori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy