Roma, sul trono c’è Riccardi. Monchi lo corteggia e lavora al rinnovo

Roma, sul trono c’è Riccardi. Monchi lo corteggia e lavora al rinnovo

La società giallorossa vuole blindare il talento della Primavera: sono cominciate le trattative con l’agente per il prolungamento. Lui pensa a stupire con la Primavera e le giovanili della Nazionale, con una passione tutta televisiva…

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

“Allenati mentre gli altri dormono, studia mentre gli altri si divertono, resisti quando gli altri mollano. Alla fine vivrai ciò che gli altri sognano”. È il mantra di Alessio Riccardi, il vero grande talento della Primavera di Alberto De Rossi e il predestinato del settore giovanile della Roma. L’anno scorso ha giocato sotto età e già era un leader, quest’anno si sta facendo vedere da tutta Europa: due gol e un assist in Youth League ma anche capolavori prima nella Nazionale Under 19 e poi Under 20. L’ultima perla pochi giorni fa contro l’Ungheria: inserimento in area di rigore e pallonetto al volo. Non è servito di certo quest’ultimo a convincere la Roma a puntare su di lui: Monchi è convinto di avere un campioncino tra le mani e dopo avergli fatto firmare il primo contratto da professionista, ora è deciso a blindarlo. Da qualche settimana il direttore sportivo spagnolo e l’agente Michelangelo Minieri hanno cominciato a buttare giù le basi del rinnovo. A Riccardi si sono interessate tutte le grandi squadre italiane, ma anche in Inghilterra tra gli scout il suo nome è uno dei più gettonati.

EREDE – Fin dal suo arrivo è ritenuto l’erede di Totti. Il trono lo aspetta e anche lui non vede l’ora di sedersi tra i grandi. Il 20 aprile 2016 lo storico capitano giallorosso segna contro il Torino una doppietta poi entrata nella storia recente. Il giorno dopo Riccardi lo commenta: “Ieri sera mi hai lasciato un brivido addosso che mai avevo provato prima”. In realtà di questi brividi ne sentirà e anche di più grandi: magari già nello scorso febbraio quando sono arrivate in rapida successione la convocazione per Roma-Benevento e i minuti in prima squadra squadra nell’amichevole con la Chapecoense. Di Francesco è convinto che possa diventare il futuro del club e continua a coccolarlo: l’ha portato sempre in ritiro con sé e quando gioca in Primavera i suoi occhi spesso sono su di lui. Non è un caso che pochi giorni fa sia stato premiato in occasione dell’evento “I Talenti del Futuro” come miglior centrocampista italiano del 2001.

TRONO – Se Di Francesco lo coccola, Monchi sarà costretto a “corteggiarlo”. Proprio come fanno a Uomini e Donne, il programma dei tronisti di Maria De Filippi del quale Riccardi è un fedelissimo fan. Quando non è a Trigoria per allenarsi non perde una puntata e anche sui social è sempre attentissimo alle novità delle coppie. Lui sul trono ci è salito a suon di gol, Monchi in esterna adesso comincia a corteggiarlo. Convincerlo non sarà difficile: è romano e romanista, come i vari De Rossi, Florenzi e Pellegrini, dai quali cerca di rubare sempre qualcosa ogni volta che si allena con loro. La Roma lo sa e non ha alcuna intenzione di privarsene: i petali rossi ci saranno. Lui la scelta l’ha già fatta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy