Roma, stop al ritiro ma non alla crisi. Enigma Di Francesco: Monchi da Pallotta per il futuro

Roma, stop al ritiro ma non alla crisi. Enigma Di Francesco: Monchi da Pallotta per il futuro

Dopo l’allenamento di questa mattina i giocatori sono tornati a casa: si ritroveranno domani alle 14.30. Monchi lunedì a Boston per decidere il mercato e il futuro del tecnico

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Il sonno ha portato consiglio, o quanto meno a una decisione. Rientrati alle 2 del mattino da Plzen, i giocatori hanno dormito a Trigoria aspettando la decisione della dirigenza sul proseguo o meno del ritiro. Di Francesco, in sintonia con Monchi e Baldissoni, questa mattina ha annunciato il rompete le righe‘ ai giocatori che al termine dell’allenamento mattutino hanno fatto ritorno nelle proprie case. Come spiegato dal club, la funzione di confronto del ritiro si è esaurita, e la società ha ritenuto più utile dare qualche ora di riflessione per conto proprio ai calciatori. La squadra – che domani si allenerà alle 14.3o – si riunirà sabato pomeriggio per il raduno pre Roma-Genoa (arbitra Di Bello).

MONCHI A BOSTON – La situazione nella capitale è critica. I tifosi mettono in discussione Di Francesco e l’operato di Monchi. Lunedì, giorno dei sorteggi Champions, il direttore sportivo volerà a Boston per incontrare Pallotta, per mettere tutte le carte in tavola e trovare una soluzione al momento negativo. Monchi tornerà il 19 dicembre in Italia con una risposta definitiva su allenatore (che lui vorrebbe tenere) e mercato. Il ds, nonostante le sue parole, spera di avere un budget per comprare un paio di giocatori su cui ha messo gli occhi nei suoi viaggio tra Olanda e Belgio.

FURIA PALLOTTA – La gara di domenica sera contro il Genoa può decidere anche il futuro di Eusebio Di Francesco. Il tecnico – in queste ultime ore fortemente criticato dai tifosi – rischierebbe un esonero che il presidente già aveva chiesto settimane fa. Secondo quanto riportato da Ilario Di Giovambattista su Radio Radio, Pallotta avrebbe voluto esonerare Di Francesco dopo la sconfitta di Bolognama la calma predicata dai dirigenti gli ha fatto cambiare idea. Dopo la nuova sconfitta di ieri, il presidente (che ha ironizzato su uno striscione esposto a Plzen) sarebbe ancora più in collera con i suoi dirigenti, colpevoli di aver difeso Di Francesco. Ora la Roma e il numero uno giallorosso aspettano le dimissioni del tecnico, scontento per diverse situazioni. È arrivata qualche ora dopo la smentita di Pallotta che, contattato da Teleradiostereo, ha commentato la vicenda come una “Fake news”. 

ALLENAMENTO – Di Francesco questa mattina ha diretto la seduta d’allenamento. Un confronto con i giocatori prima del consueto riscaldamento in palestra, nel quale il tecnico ha annunciato ai giocatori la fine del ritiro. Poi tutti in campo per il lavoro di scarico per i giallorossi che hanno giocato a Plzen. Individuale in palestra per Lorenzo Pellegrini, in campo per De Rossi, Dzeko, El Shaarawy. “Contro il Genoa vale una finale di Champions League”, ha detto Florenzi. Il terzino allora contro gli uomini di Prandelli tornerà in campo dal 1′, così come Olsen. Confermato Manolas, possibile il rientro in coppia con lui di Fazio. A centrocampo ancora Nzonzi-Cristante, davanti Under-Zaniolo-Kluivert alle spalle di Schick.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy