Roma sogna Conte, DiFra sogna la vera Roma: “Col sangue agli occhi”. Pellegrini non ce la fa

Roma sogna Conte, DiFra sogna la vera Roma: “Col sangue agli occhi”. Pellegrini non ce la fa

Spalletti su Totti: “Se lo vedo lo saluto, io ho sempre fatto il bene della Roma”. Tornano Perotti e Pastore, out Nainggolan. Rabiot verso il Barcellona, piace Bailly

di Valerio Salviani, @vale_salviani

“Darò sempre il massimo, sperando di vedere una squadra con il sangue agli occhi”. Eusebio Di Francesco non fa passi indietro, nella sua testa non c’è resa, ma solo voglia di continuare a lottare. La sfida con l’Inter è cruciale per il suo futuro e quello della Roma. Un’altra sconfitta metterebbe i giallorossi in una situazione quasi impossibile da ribaltare in campionato. Ecco perché non è il momento di fermarsi per fare la conta degli infortunati (che sono molti e importanti), anche se un sassolino dalla scarpa Di Francesco se l’è tolto: “Quest’anno avendo ragazzi non prontissimi ho dovuto schierare gli stessi, con un rischio più alto di infortuni. Ne abbiamo parlato e sono tanti per chi gioca in Europa” ha spiegato in conferenza.

FANTASMA CONTE – La fiducia che ha Di Francesco nella sua squadra è sicuramente maggiore di quella che hanno i tifosi, come dimostrano i 40mila biglietti venduti per un match così importante. Eppure sui social basta pronunciare il nome di Antonio Conte per riaccendere l’entusiasmo. Più che una pista, al momento l’ex Juve resta una suggestione. Secondo alcuni rumors Pallotta lo avrebbe fatto contattare per la prossima stagione, ricevendo però una risposta fredda. Eppure Moriero, che lo conosce bene, giura che “a Roma allenerebbe volentieri”. Ovvio che, se arrivasse la chiamata del Real Madrid, i giallorossi avrebbero poco da sperare. Stesso discorso per Rabiot, corteggiato da mezza Europa, ma promesso sposo del Barcellona. A Roma lo avrebbero portato subito, ma la concorrenza è troppo forte e troppo pressante.

SPALLETTI – Partita speciale anche per Luciano Spalletti, che domani sfiderà il suo passato in uno stadio mai così ostile nei suoi confronti. “Io però ci torno sempre volentieri” ha detto il tecnico, che poi è tornato sul discorso Totti: “Qualcosina da puntualizzare sugli aneddoti del libro ci sta. Se lo vedo lo saluto. Io ho sempre fatto il bene della Roma” ha concluso. Da un ex all’altro, ufficiale l’assenza di Nainggolancosì come quella di Lorenzo Pellegrini, che non ha superato il test di oggi e ha dato appuntamento alla trasferta di Cagliari. Tornano ufficialmente invece i due argentini, Pastore e Perotti, che si sono allenati di nuovo con il gruppo, ma che saranno utili solo a partita in corso.

ALTRE – Si ferma la Roma femminile, che perde in casa contro il Milan di Carolina Morace (1-2 il risultato finale). Mercato: c’è ottimismo per il rinnovo di Bouah, nessun prestito per Fuzato a gennaio. Occasione Baillyin uscita dal Manchester United. La Roma ci pensa, il suo costo si aggira sui 30 milioni. Patrick Kluivert parla del figlio Justin: “E’ felice a Roma, si sta ambientando e io sono molto orgoglioso di lui”. Papu Gomez torna sulle frasi di Kolarov ai tifosi e lo bacchetta: “Ha sbagliato, molti capiscono e criticano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy