Roma, Florenzi: “Sogno la Champions e un futuro alla De Rossi”. Stallo mercato, prima le cessioni

Roma, Florenzi: “Sogno la Champions e un futuro alla De Rossi”. Stallo mercato, prima le cessioni

Il capitano ancora fermo per il problema alla cartilagine, ma non si dovrà operare. Allenamento: individuale per Manolas, Coric e Santon; El Shaarawy out per influenza. Mercato, ancora tutto tace

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Tre buoni propositi per il 2019. Alessandro Florenzi fissa gli obiettivi del nuovo anno, per risollevare una stagione che al giro di boa recita sesto posto in classifica e tanti, troppi gol subìti.
Il primo naturalmente è la rincorsa al quarto posto in classifica, per la qualificazione alla prossima Champions ora distante solamente due lunghezze: “La Roma ha finito il 2018 con il piglio giusto. Sappiamo che possiamo e dobbiamo fare meglio. In questo inizio di 2019 serve più continuità, più risultati positivi”. Il secondo è quello onorare il secondo trofeo nazionale, per provare a regalare un trionfo alla Roma americana: “La Coppa Italia potrebbe essere veramente un obiettivo importante per la Roma, ma non dobbiamo levare i sogni dalla nostra testa, anche se sappiamo che è una cosa impossibile”. L’obiettivo ‘impossibile’ è la Champions League, il terzo dei buoni propositi del nuovo anno: “Non dico che è un’utopia, ma sarebbe veramente un sogno ripercorrere quanto fatto l’anno scorso e cercare, se possibile, di migliorarci, anche se non sarà facile”.

DIFESA E ATTACCO – Per raggiungere gli obiettivi la Roma deve cambiare marcia, trovare compattezza e solidità difensiva: “Non penso ci sia poca cattiveria in questa squadra, basta vedere alcuni allenamenti. Alle volte siamo mancati sotto alcuni profili, non siamo stati concreti sotto porta. Dicendo questo non parlo solo degli attaccanti. Parlo di tutta la squadra Roma, me incluso. Anche io da terzino ho fatto 4 tiri in porta e non ho preso mai la porta. Parlo sempre di squadra. In questo siamo un po’ mancati, come siamo mancati nella voglia di non prendere gol. E qui non parlo solo dei 4 difensori, ma di tutta la squadra. L’anno scorso questa cosa c’era un po’ di più, dobbiamo sicuramente ritrovarla”.

COME TOTTI E DE ROSSI – Florenzi sa che prima o poi sarà il prossimo capitano della Roma. Un onore, ma anche un grande peso visti i suoi predecessori: “Mi piacerebbe essere un capitano che si avvicini a Daniele. So che non è una cosa facile, so che davanti a me ho una strada difficile per arrivare a quello che è Daniele e che è stato Francesco per 20 anni. Quello in cui penso posso rivedermi di più è Daniele, ma per essere come lui e Francesco ci vogliono anni e anni e ancora devo migliorare per arrivarci”.

DE ROSSI – Proprio l’attuale capitano della Roma è ancora fermo ai box per i problemi alla cartilagine. De Rossi, out dallo scorso 28 ottobre e mai così poco in campo dal 2003, sarà costretto a rimanere lontano dal campo ancora per alcune settimane. Ieri il numero 16 giallorosso è tornato a Villa Stuart per sottoporsi ad una risonanza magnetica di controllo per valutare la lesione alla cartilagine del ginocchio. Al momento è stata nuovamente scongiurata l’ipotesi di una possibile operazione chirurgica per risolvere il problema. De Rossi continuerà a svolgere la terapia conservativa fatta fin qui.

TRIGORIA – Questa mattina il capitano giallorosso ha lavorato ancora una volta in palestra, osservando i suoi allenarsi in campo. Richiamo atletico per i giallorossi, al loro secondo allenamento dell’anno: allunghi, ripetute e variazioni di direzione. Successivamente Di Francesco ha lavorato con i suoi sulla tattica, con la consueta partitella a concludere la seduta. Hanno continuato a lavorare a parte sul campo Coric, Santon e Manolas. A casa per un’influenza El Shaarawy. Domani sarà giornata di doppia seduta: la Roma comincerà a fare sul serio per preparare al meglio la sfida di lunedì prossimo contro la Virtus Entella.

MERCATO – Proprio i liguri hanno aperto oggi la giornata di calciomercato, andandosi a rinforzare per l’atteso match di coppa con Matteo Mancosu. L’attaccante classe 1984, reduce da due anni in MLS con la maglia dei Montreal Impact, sarà subito a disposizione per la gara contro i giallorossi. Dai rinforzi per la Coppa Italia, a quelli per la Champions: il Porto – prossimo avversario della Roma agli ottavi – ha rinforzato la propria difesa con il ritorno dopo dodici anni di Pepe, l’ex centrale di Real Madrid e Besiktas. Per quanto riguarda il mercato della Roma, tutto tace. Thiago Mendes non lascerà la Francia anche in caso di addio al Lille: nel suo futuro ci sarebbe il Paris Saint-Germain di Tuchel. Obiang  non vuole lasciare invece la Premier League. Stallo anche nel mercato in uscita, con Marcano, Karsdorp, Coric e Bianda ancora alla ricerca di una sistemazione. Monchi non si muoverà nel mercato in entrata prima delle cessioni, in prestito e a titolo definitivo. Perotti resta alla Roma, non ci saranno movimenti in attacco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy