Evento Nike, bagno di folla per El Shaarawy: “Che emozione la prima volta con la Roma” – FOTO – VIDEO

Evento Nike, bagno di folla per El Shaarawy: “Che emozione la prima volta con la Roma” – FOTO – VIDEO

Dopo la seduta di allenamento di questa mattina, il Faraone giallorosso presenta i suoi nuovi scarpini

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Stephan El Shaarawy incontra i tifosi della Roma. A tre giorni dal derby contro la Lazio (in programma sabato alle 20.30), l’attaccante giallorosso è atteso in centro per partecipare ad un evento al Nike Store di via del Corso, dove ha presentato i suoi nuovi scarpini “Mercurial Gameover”. Immancabili i selfie di rito e gli autografi per i tifosi arrivati sul posto per conoscere il Faraone romanista.

CRONACA LIVE

Ore 19.58 – Finisce l’evento. El Shaarawy saluta la folla e va via.

Ore 19.48 – El Shaarawy esce di nuovo dai tifosi per continuare a firmare autografi. Il Faraone ha firmato alcuni palloni, uno dei quali lo ha regalato a un piccolo fan. Siparietto simpatico con una ragazza che nel momento del selfie è stata interrotta da una chiamata della mamma. “Sempre nei momenti peggiori” il suo commento.

ElShaarawy

Ore 19.35 – Alla ragazza che ha vinto il quiz, El Shaarawy ha consegnato un biglietto per Porto-Roma. Inoltre la tifosa avrà l’occasione di viaggiare insieme alla squadra.

Ore 19.20 – El Shaarawy dopo il quiz esce a firmare autografi e fare selfie con i tifosi. Grande entusiasmo per il Faraone, che si intrattiene quasi 10 minuti fuori dal negozio con i fans.

Ore 19.12 – I tifosi adesso partecipano al quiz rispondendo a domande sulla vita di El Shaarawy.

203CE566-B4B9-41F5-A229-0E6AFBDE859D

Ore 19.01 – El Shaarawy durante l’evento ha risposto ad alcune domande dei tifosi. Le sue parole:

Sul derby.
Sappiamo quanto ci tengono i tifosi. E’ fondamentale.

L’emozione della prima volta all’Olimpico?
Con la maglia della Roma è stata unica, ho segnato contro il Frosinone. Non c’era la curva ma è stato emozionante.

Un consiglio per diventare professionista?
Avere fame. Non arrendersi mai anche quando le cose vanno male. Quando vanno bene non devi esaltarti quando vanno male non devi abbatterti. Avere sempre l’umiltà nell’avere un equilibrio. È difficile arrivare ma rimanere ad alti. livelli è più difficile.

Il tuo idolo?
Kakà, l’ho sempre stimato non solo come giocatore. È umile, ci ho giocato insieme e quando l’ho conosciuto ho visto che è una persona di cuore. È un grande esempio.

I tuoi inizi?
A quattro cinque anni, avevo troppa voglia di giocare anche se non c’era una squadra. Ho cominciato a Savona, ho fatto lì sei anni e poi mi ha chiamato il Genoa, dove sono rimasto fino all’esordio in serie A.

Come mai il Faraone?
Per le origini egiziane, mio padre è nato in Egitto e la prima volta è stata perché ho fatto un’esultanza nelle finali Primavera con l’Empoli. Feci il gol della vittoria e andai a esultare con Perin, lui fece l’airone e io il faraone.

Quanto conta il feeling con la scarpa?
Parecchio, io questa la uso da quando avevo 15 anni. È stato un valore aggiunto per me, è una scarpa che andando avanti con gli anni è sempre più leggera.

Un tifoso mostra a El Shaarawy un tatuaggio con il suo autografo e chiede:
Cosa avresti fatto se non fossi diventato calciatore?
Sono arrivato in Serie A presto, ho sempre inseguito il mio sogno e non mi sono mai accorto di essere “arrivato”. Non ho mai pensato ad altro. Ora sto cominciando a pensare a cosa fare dopo.

Ore 18.48 – Il Faraone partecipa a un quiz con i tifosi presenti all’interno dello store

Ore 18.35 – Arrivato El Shaarawy. Applausi e cori dei tifosi

Ore 18.10 – Tanti tifosi presenti hanno portato una maglia del Faraone con la speranza di farsela autografare.

Ore 17.50 – A 10 minuti dall’inizio dell’evento, i tifosi in attesa di El Shaarawy sono circa 150.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy