Maria Sensi e questa lunga storia d’amore

Maria Sensi e questa lunga storia d’amore

Dalla passione per la cucina all’incrollabile fede cattolica: Maria era una donna dolce ma tremendamente forte, che spesso ha dovuto fermare le ire del marito-presidente. Negli ultimi anni la vicinanza ai terremotati e le battaglie per le donazioni del sangue

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Sembra l’inizio di un film o, per i più piccoli, di una favola. Maria Sensi era la segretaria della clinica dove, a poche centinaia di metri dal villino di via Aurelia, il futuro marito Franco perdeva il proprio papà.
Una fine può essere un inizio e lo sanno bene i due protagonisti di questa storia. Due anime romaniste, due simboli di una squadra ma anche di un intero popolo.
Molto più semplicemente, però, Franco e Maria.

GUIDA – Impossibile non innamorarsi di una donna così decisa ma allo stesso tempo saggia, che spesso e volentieri ha dovuto placare le ire di un combattivo Franco: uno degli episodi più famosi è quando la moglie gli tappò letteralmente la bocca dopo un diverbio con Galliani, che infatti fu anche contestato il giorno del funerale del presidente giallorosso.
Dopo la morte del marito, la lotta per difendere anche la figlia Rosella, che con i gruppi di tifosi più accesi ha trascorso anni di accese contestazioni.

AMORE PER LA ROMA – Inguaribile, però, l’amore per la sua Roma. Perché dopo tanti anni era diventata anche sua. Nessun ruolo dirigenziale (ma ha fatto parte del Consiglio d’Amministrazione fino a giugno 2011), ma una vera e propria fede che l’ha portata allo stadio Olimpico anche quando tutta la famiglia ormai non andava più dopo il subentro della proprietà americana.
Si considerava una vera e propria tifosa, tanto da chiamare spesso nelle radio romane come se fosse una qualunque. Non disdegnando critiche all’operato della nuova società

LA FEDE – Incrollabile, invece, la sua fede cattolica. È stata tra i fautori della Cappella Maria Salus Populi Romani nel centro sportivo di Trigoria, poi rimossa e trasformata in Media Center con gli americani, scatenando non poche polemiche da parte della stessa Maria e dalla figlia Rosella. Un po’ per il lavoro che avevano fatto loro e un po’ per quello che aveva fatto la loro grande amica Suor Bertilla Cafagna, scomparsa ad agosto e tra le prime a pregare nella cappella insieme al presidente Franco. Per il quale Maria non ha mai smesso di far dire una messa ogni mese per ricordarlo.

VICINA AI TERREMOTATI – Ma non è finita qui: il cuore d’oro di Maria ha toccato anche la zona di Visso, nelle Marche, dove la famiglia Sensi trascorreva le vacanze. Una visita agli abitanti e amici vittime del terremoto e un sostegno economico come compenso d’amore.

PASSIONE PER LA CUCINA – Da buona romana, amava cucinare: ne nacque anche un libro di discreto successo dal titolo “Ricette dal cuore giallorosso”. Quale modo migliore per mettere insieme le sue due grandi passioni?
Tra qualche giorno la Roma incontrerà il Real Madrid di Florentino Perez: basterà chiedere a lui come cucinava Maria, che amava preparare le cene al presidente Blancos quando era ospite a Villa Pacelli.

DONARE – Negli ultimi anni, poi, si è dedicata alla fondazione “Franco Sensi”, che organizzava con la collaborazione della figlia Rosella delle giornate dedicate alla donazione del sangue. L’iniziativa è nata dopo la morte di Luciano Fioravanti, marito della sorella gemella di Maria, al quale i Sensi erano molto legati.
Tanti amori, tante passioni in un cuore solo. Grande abbastanza per contenerle tutte.
“Ora è già tardi ma è presto se tu te ne vai”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma