Pellegrini assicura: “Avere una clausola non significa addio”. L’Atletico Madrid pensa a Florenzi

Pellegrini assicura: “Avere una clausola non significa addio”. L’Atletico Madrid pensa a Florenzi

Il numero 7 giallorosso ha ricevuto il premio ‘Beppe Viola’: “Alla fine dell’anno ne parlerò con la società, ma io ho sempre avuto le idee chiare”. Alisson convocato dal Brasile per il Mondiale di Russia, Fazio e Perotti nei pre-convocati argentini

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

Meno di una settimana: domenica sera la Roma scenderà sul campo del Sassuolo e chiuderà ufficialmente la sua stagione 2017/18. La certezza della partecipazione alla prossima Champions League ormai è acquisita (anche se l’accesso alla seconda fascia si fa più complicato), ora bisogna soltanto chiudere il discorso terzo posto: basta un punto, anche nel caso in cui la Lazio dovesse vincere contro l’Inter. Di Francescostasera ospite a Tiki Taka, lunedì prossimo atteso alla premiazione dell’Ussi – ha concesso due giorni di riposo ai suoi ragazzi, da mercoledì ultima settimana di allenamenti a Trigoria.

PELLEGRINI E IL FUTURO – Mentre i suoi compagni si godono 48 ore di relax, oggi pomeriggio Lorenzo Pellegrini è arrivato al Salone d’Onore del Coni per il Premio Cultura Sportiva “Beppe Viola”. “Sono onorato di ricevere questo riconoscimento – ha dichiarato il centrocampista giallorosso – Totti e Florenzi hanno avuto lo stesso premio? Fare una carriera come la loro sarebbe un onore per me”. Dopo aver parlato delle ambizioni della squadra in vista dell’ultima gara di campionato (“Vogliamo il terzo posto, andiamo a Sassuolo per vincere”), il numero 7 si è soffermato sul suo futuro: “Avere una clausola rescissoria non vuol dire per forza che un giocatore debba cambiare ogni anno squadra. Poi alla fine dell’anno ci incontreremo con chi dobbiamo incontrare per fare il punto della situazione, ma io sono tranquillo, ho sempre avuto le idee chiare”.

IL MERCATO E LE ALTRE NEWS – Il campionato volge al termine, e così il calciomercato torna a farla da padrone. Mentre dalla Spagna arriva l’indiscrezione su un possibile interessamento dell’Atletico Madrid per Florenzi, in ottica Roma tornano di moda diversi nomi già precedentemente accostati ai giallorossi: Torreira e Seri in cabina di regia, Acerbi per la difesa, Berardi per l’attacco, senza dimenticare Laxalt, che potrebbe sbarcare a Trigoria grazie a un possibile approdo di Johansson al Genoa. Per il mercato ci sarà tempo, soprattutto in vista del Mondiale di Russia. Da oggi Alisson è ufficialmente tra i 23 convocati del Brasile, mentre i nomi di Fazio e Perotti sono nella lista dei 35 pre-convocati argentini (per avere la certezza, dovranno aspettare lunedì prossimo). Niente Mondiale per l’Italia, che però ha trovato il suo nuovo commissario tecnico: Roberto Mancini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma