Milan calling: Di Francesco riparte da De Rossi, ma c’è l’ombra di Sarri. Due giornate a Dzeko

Milan calling: Di Francesco riparte da De Rossi, ma c’è l’ombra di Sarri. Due giornate a Dzeko

Mercato senza emozioni, il tecnico si affida al capitano. Ancora out Perotti, Under e Jesus. Mancini: “Il futuro lo costruirà il presidente”. Zaniolo torna in Nazionale e la Juve va in pressing

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Da “Mercato inevitabile” a “Dovremo cercare le soluzioni dentro lo spogliatoio” il passo è brevissimo. La Roma ha chiuso gennaio senza nessun acquisto, prima volta nell’era americana. Di Francesco ne ha preso atto e si è rimesso al lavoro con la squadra costruita in estate. Il suo faro adesso si chiama Daniele De Rossi. Il capitano è tornato in campo per uno scampolo nell’horror-match di Firenze, e contro il Milan (con Nzonzi e Cristante squalificati), è pronto a rientrare dal primo minuto.

SOGNO SARRI – La contestazione è ancora fortissima in città. I tifosi non si aspettavano un nuovo crollo e un’altra figuraccia domenica potrebbe mettere la pietra tombale sulla stagione. L’attesa a Trigoria è elettrica. Il posto di Di Francesco non è in discussione in questo momento, quindi la squadra dovrà tirarsi fuori da questa situazione senza rivoluzioni immediate. Sembra però difficile che il rapporto con i giallorossi possa andare oltre giugno. Il sogno di Pallotta si chiama Maurizio Sarri. Il feeling con i blues si è un po’ incrinato rispetto a inizio stagione e l’ex Napoli potrebbe lasciare con una buona offerta dalla Serie A.

VERSO IL MILAN – Questa mattina la squadra si è ritrovata a Trigoria. La seduta si è divisa tra tattica e partitella. Ancora out Jesus, Mirante, Under e Perotti, che non rientreranno domenica. Di Francesco continuerà con il 4-2-3-1, con Santon basso a destra e Florenzi alto nei tre dietro la punta. In attacco Dzeko tornerà dall’inizio. Il bosniaco ha rimediato 2 turni di squalifica in Coppa Italia e 10 mila euro di multa dopo l’espulsione per proteste di Firenze. Bakayoko sarà il punto di riferimento del centrocampo di Gattuso. Il francese ha parlato della sfida: “Per il quarto posto sarà dura, Roma e Lazio non molleranno”. Per la partita sono previsti circa 40 mila spettatori.

MERCATO – Nicolò Zaniolo è senza dubbio il talento più importante nella rosa della Roma in questo momento. Il ritorno in Nazionale (sarà presente allo stage di Mancini) è un premio meritato. E la Juve ora va in pressing. Il ds Paratici ha già chiamato l’agente più volte per capire i margini di una trattativa. Mancini ha parlato delle voci di mercato: “Le ho vissute con tranquillità. Il futuro lo costruirà il presidente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy