La Roma soffre ma non cade: 2 a 1 al Bologna firmato Kolarov e Fazio – FOTO

La Roma soffre ma non cade: 2 a 1 al Bologna firmato Kolarov e Fazio – FOTO

I giallorossi escono con i tre punti, dopo aver sofferto per tutta la partita. Prestazione da dimenticare, ma vittoria pesantissima nella corsa Champions. Decisivo El Shaarawy, che entra nella ripresa e cambia il match

di Valerio Salviani, @vale_salviani

“Dammi i tre punti”. La Roma fa il suo dovere battendo il Bologna in casa, nonostante un passo indietro netto dal punto di vista della prestazione. Dopo aver sofferto maledettamente nel primo tempo, Di Francesco trova la carta El Shaarawy che cambia il match. Kolarov su rigore e Fazio firmano il 2-1, che riporta i giallorossi a un punto dal Milan. Di Sansone il gol che aveva riaperto il match a 5 minuti dalla fine.

INIZIO DIFFICILE – Roma obbligata a vincere, ma il Bologna non è in vacanza e si vede subito. I rossoblù sono compatti e aggressivi su ogni pallone e la prima occasione è loro, con un gran tiro di Soriano da fuori, deviato da Olsen in angolo. La squadra di Di Francesco risponde con Manolas, che su calcio d’angolo indisturbato spara alto di testa. Al 23’ altra occasione per il Bologna, che sfurtta un’indecisione di Kluivert partendo in contropiede, ma Dzemaili davanti a Olsen perde il tempo su tiro, e conclude alto.

SUPER OLSEN – La partita continua sulla testa trama. La Roma gira la palla, ma è lenta e sbatte contro il muro alzato dagli emiliani. La squadra di Mihajlovic ha l’occasione migliore del primo tempo sui piedi di Soriano al 35’, ma il centrocampista a botta sicura trova il piedone di Olsen, che salva il risultato per i giallorossi. Lo svedese si ripete poco dopo con un doppio intervento, prima su Poli e poi su Edera, che lo centra da due passi. La Roma trema a pochi minuti dalla fine del primo tempo, quando ancora Soriano ha l’occasione del vantaggio, ma il rossoblù da posizione favorevole colpisce in pieno la traversa mancando ancora l’appuntamento con un vantaggio che a questo punto sarebbe meritato. Quando Di Bello manda tutti negli spogliatoi lo stadio esplode con una bordata di fischi, che non lascia spazio a interpretazioni.

SVOLTA – Alla ripresa Di Francesco prova a dare la scossa tornando al 4-2-3-1, con El Shaarawy che entra al posto di Cristante e Zaniolo che si alza sulla trequarti. E’ il cambio che dà la svolta al match. Al 53’ il Faraone scambia con Dzeko in area e viene atterrato da un intervento scomposto di Helander. Di Bello indica il dischetto senza esitazioni. Sotto la Sud si presenta Kolarov, che spiazza Skorupski e porta i suoi in vantaggio trasformando una volta per tutte i fischi in applausi.

CAPITANO – Il Bologna, dopo aver sfiorato il vantaggio tre volte si ritrova sotto e prova a reagire. Al 58’ Poli ci prova con un gran destro al volo da fuori che impegna ancora Olsen, costretto stasera agli straordinari. Di Francesco non ha intenzione di rivivere ancora una vota l’incubo rimonta e decide che è il momento di affidarsi a De Rossi. Scambio romantico tra lui e Florenzi, con il terzino che gli cede la fascia e il numero 16 che gliela restituisce, rimandando l’appuntamento con la duecentesima volta da capitano. Subito determinante al 72’ Daniele De Rossi, che propizia il raddoppio spizzando di testa un angolo per Federico Fazio, che di destro al volo trova una rete pesantissima. E’ quarto centro stagionale per l’argentino, che non sta vivendo la sua miglior stagione a livello di prestazioni, ma che in zona gol continua a fare la differenza. Come in occasione del primo gol arriva la reazione del Bologna, stavolta pericoloso con Svanberg, che viene murato da Manolas, decisivo.

SOFFERENZA – Il gol del 2-1 è però soltanto rimandato. Dopo il raddoppio la Roma si ferma ancora e torna a soffrire la pressione della squadra di Mihajlovic, che riapre il match con Sansone. L’esterno rossoblù all 85’ entra in area e indisturbato si accentra, battendo Olsen nell’angolino basso. Difesa immobile e colpevole. Cinque minuti di sofferenza e un po’ di nervosismo, ma il risultato non cambia. La Roma vince e tira un grosso sospiro di sollievo.

TABELLINO

Roma-Bologna 2-1
Marcatori
: 55′ Kolarov, 74′ Fazio, 84′ Sansone

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi (83′ Santon), Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Nzonzi, Cristante (El Shaarawy 46′); Zaniolo, Dzeko, Kluivert (68′ De Rossi).
A disp.: Mirante, Fuzato, Jesus, Marcano, Coric, Pastore, Perotti, Celar.
All.: Di Francesco.

Bologna (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Dijks; Poli (72′ Dzemaili), Pulgar (76′ Falcinelli), Soriano; Sansone, Santander, Edera (65′ Svanberg).
A disp.: Da Costa, Santurro, Paz, Calabresi, Corbo, Nagy, Krejci, Donsah, Valencia.
All.: Mihajlovic.

Arbitro: Di Bello
Assistenti: Cecconi – Caliari
Quarto Uomo: Ghersini
Var: Massa
AVar: Fiorito

NOTE
Ammoniti
: 12′ Danilo, 24′ Pulgar, 34′ Cristante, 40′ Florenzi, 43′ Edera, 92′ Dijks, 92′ Manolas, 92′ Mbaye  Spettatori: 31.752

CRONACA PREPARTITA

Ore 20.12 – Le squadre rientrano negli spogliatoi

Ore 20.06 – La Roma femminile viene presentata e si posiziona sotto la Sud per la foto stagionale

Ore 19.54 – In campo anche la Roma

Ore 19.51 – In campo i giocatori del Bologna per il riscaldamento

Ore 19.46 – In campo anche i portieri del Bologna

Ore 19.43 – I portieri della Roma in campo per il riscaldamento

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 2 mesi fa

    Una Roma confusionaria; ci occorre DDR. Fazio sta combinando guai ogni volta che tocca il pallone – primo tempo deludente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy