Kluivert: “Giocare in Italia è difficile però mi diverte. Il mio momento sta arrivando”

Kluivert: “Giocare in Italia è difficile però mi diverte. Il mio momento sta arrivando”

Parla il talento olandese, a segno con l’Under 21 contro la Lettonia: “Non partire con la Nazionale maggiore non è stato un fallimento personale. A Roma mi sento sempre più italiano, vorrei giocare più minuti”

di Redazione, @forzaroma

Justin Kluivert non vede come un fallimento personale la convocazione con l’Under 21 dell’Olanda di Erwin van de Looi al posto della Nazionale maggiore. È anche andato a segno nel 3-0 con il quale gli Oranje si sono sbarazzati dei coetanei della Lettonia. “Non lo vedo come un passo indietro, sono ancora giovane e imparo ogni giorno quando sono qui, forse imparano qualcosa anche da me”, ha detto a Fox Sports. “Quello che sto imparando? È difficile da dire, sono piccole cose, devo solo restare umile”.
Ed è proprio l’umiltà una delle caratteristiche che piacciono di più a Di Francesco. La tribuna e la “bocciatura” contro il Real Madrid in Champions sono già un lontano ricordo: solo due settimana dopo, contro il Viktoria Plzen, sono arrivati l’esordio nell’Europa dei grandi e anche il primo gol (con tanto di dedica all’amico Nouri): “È stato un bel momento, certo, spero di giocare più minuti, arriveranno sicuramente. Se ho difficoltà in Italia non è un problema, mi piace e mi diverto ogni giorno. Sono sempre più italiano, e mi sento sempre migliore in allenamento, il mio momento sta sicuramente arrivando”. 
A Roma vive in una villa con piscina a Casal Palocco, vicino ad altri giocatori della Roma. A trovarlo vengono spesso la madre e i fratelli: “La vita lì è bellissima, non posso lamentarmi. Gli allenamenti sono di alto livello e nelle partite in cui gioco cerco sempre di dare tutto. È per questo che vorrei avere più minuti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy