Juve, Allegri: “Domani festeggeremo lo scudetto facendo una grande partita”

Juve, Allegri: “Domani festeggeremo lo scudetto facendo una grande partita”

Il tecnico bianconero in conferenza stampa prima del match col Crotone: “Roma stasera a -1? Non ci preoccupa, dobbiamo pensare a noi stessi e vincere”

Dopo la conquista della Coppa Italia, la Juventus è a un passo dal suo sesto scudetto consecutivo e la matematica potrebbe arrivare già domani, con la Roma impegnata nel pomeriggio a Verona col Chievo. I bianconeri ospiteranno alle 15 il Crotone in piena lotta per la salvezza, ma decisamente sfavorito allo Stadium. Il tecnico juventino Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa: Festeggiamenti? Speriamo che succeda domani. Anzi, domani deve succedere. Siamo usciti dalla Coppa Italia con un’ottima condizione a livello mentale. E’ un risultato straordinario, perché vincerne tre credo non l’abbia fatto nessuno. La squadra è presente, a differenza di prima della partita con la Roma ha fatto due allenamenti, faranno una grande partita e credo che domani ci sarà lo scudetto”. 

Se stasera vi trovaste la Roma a -1, a qualcuno potrebbe venire un po’ di preoccupazione?
Non credo, assolutamente, non sarà così, perché noi dobbiamo vincere, dobbiamo pensare solo a noi stessi. Tra l’altro sarà una partita difficile perché innanzitutto giocheremo alle tre e ci sarà una temperatura elevata. Seconda cosa, il Crotone nelle ultime sette partite ha fatto 17 punti, ha subito pochissimi gol. Dobbiamo vincere, con la cattiveria che la squadra ha dimostrato dopo la partita con la Roma.

In campionato avete fatto due pareggi e la sconfitta di Roma. E’ stata una cosa fisiologica? O avete alzato il pedale del gas troppo presto?
Non c’è una spiegazione scientifica, ci può essere una spiegazione fisiologica, il fatto che la squadra ha tirato molto, il fatto che a un minuto dalla fine a Bergamo abbiamo preso gol un pochino da polli. Col Torino la squadra ha fatto una bellissima partita, abbiamo tirato molto in porta, abbiamo subito solo un tiro su punizione. Però nel calcio durante la stagione ci sta anche questo, ci sta di non riuscire a vincere delle partite che meriti e vinci delle partite che non meriti di vincere. A Roma la squadra ha giocato una bella partita, da vedere, tecnicamente, poi c’è mancata quella cattiveria nel voler cercare il risultato ad ogni costo, soprattutto nel secondo tempo. Ma il secondo tempo è figlio del primo. Mercoledì infatti la squadra ha giocato in modo diverso e domani sarà sulla falsariga di mercoledì.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy