Il PAGELLONE dell’anno: Zaniolo Rhapsody. Karsdorp: una vita in vacanza. Pastore è rimasto a Betlemme

Il PAGELLONE dell’anno: Zaniolo Rhapsody. Karsdorp: una vita in vacanza. Pastore è rimasto a Betlemme

Diamo i voti al 2018 romanista: promossi i protagonisti della cavalcata in Champions, ma anche Olsen ha dimostrato che l’Eredità non ha pesato. Manolas Highlander, Florenzi tormentato

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8

OLSEN 7,5

Far dimenticare un ex così bello, forte e ricco sarebbe difficile per chiunque. Ancora di più per un portiere che fino a giugno aveva giocato solo in campionati minori e che di certo non è stato accolto come un re al suo arrivo. Lo svedesone, dopo qualche titubanza iniziale, invece si è mostrato decisamente all’altezza. Magari non tanto da far dimenticare Alisson, ma abbastanza per starsene sereni e tranquilli. Le sue parate hanno tenuto in vita una Roma in grande difficoltà, anche se non sempre sono bastati (vedi Torino). Certo rimane impressa la papera col Genoa, per fortuna passata indolore. Acquisto azzeccato. Uno dei pochi.

LaPresse
LaPresse

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 2 mesi fa

    Non sono d’accordo. Come si fa a giudicare ACERBO un calciatore che, con la Dinamo di Zagabria, ha fatto mirabilie? Ci siamo forse dimenticati che la Croazia si è classificata al 2 posto al recente Campionato del Mondo? La stessa cosa è capitata, anni or sono, con Jedvaj, ottimo calciatore in Croazia, scadente nella Roma di qualche anno fa. Conclusione? Venduto al Bayer Leverkusen a poco prezzo.Forse qualcuno non sa che, oggi, Jedvaj è un pilastro inamovibile
    nella difesa della sua squadra, nonchè gioca da libero nella sua nazionale!
    Di chi la colpa nella miopia di non capire i giovani?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy